Azzannata al volto dal cane: è grave

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 11 marzo 2015 – Attimi di terrore si sono vissuti ieri nella villa dell’architetto Paolo Castelli, in Cimarella: sua moglie, Lidia Pellei, è stata azzannata al volto dal suo cane (FOTO). Per le gravi ferite riportate alla testa, in eliambulanza è stata trasferita d’urgenza all’ospedale regionale di Torrette dove è tuttora ricoverata.

E’ successo tutto nel giro di pochi minuti, intorno alle 16. Lidia Pellei, 87 anni, ex insegnante di francese, stava giocando con i suoi cani. «Ne ha due – racconta il figlio Alessandro, architetto anche lui ed ex assessore comunale –, uno è buono, l’altro, un incrocio tra un pastore tedesco e un maremmano, nessuno di noi ha il coraggio di avvicinarlo: lei è l’unica a dargli da mangiare, prendersene cura e a giocarci, ma solo il pomeriggio, quando non c’è nessun altro in giro per casa, e lui le è attaccatissimo».

E questo appunto è successo anche ieri. Quando il marito è andato a dormire dopo pranzo, Pellei ha fatto salire i due cani per giocarci un po’ in salotto. Ma all’improvviso il meticcio, ancora non è possibile dire perché, l’ha azzannata al viso. Le grida di aiuto della pensionata hanno allertato l’architetto Castelli, che ha chiamato i soccorsi. La donna era gravemente ferita, con la mascella e un occhio danneggiati dai morsi, e perdeva molto sangue.

E’ rimasta cosciente, e per fortuna non è stata giudicata in pericolo di vita, ma dopo gli esami per accertarne le condizioni, avviati subito ieri pomeriggio nell’ospedale di Ancona, avrà sicuramente bisogno di una serie di interventi di chirurgia plastica per riparare i danni causati dall’aggressione. «Era impressionante da vedere» commenta molto turbato il figlio, subito accorso a casa dei genitori.

Nella villa alle porte della città è arrivato anche il servizio veterinario dell’Asur. Il cane è stato trovato del tutto tranquillo, come se non fosse successo nulla: senza alcun problema, il meticcio si è lasciato condurre a bordo del furgone, e ora sarà tenuto in osservazione per qualche tempo, per valutarne la pericolosità e capire cosa fare con lui.

Sul posto sono arrivati subito anche i carabinieri, per tutti i rilievi del caso.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Finanza fa le multe ai nuovi circoli Successivo L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano