Badanti prosciugano i conti di un anziano e del figlio malato

carabinieri

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE – Prosciugano i conti correnti di un anziano e del figlio gravemente malato che si fidavano di loro. Denunciati un’italiana di 48 anni e uno straniero di 30 per furto. I due ladri avevano preso di mira la stessa famiglia, quella di un 90enne e del figlio che vive con lui. Il copione è di quelli già visti: modi affabili e gentili, avevano carpito la fiducia del novantenne e di suo figlio bisognosi di cure e attenzioni particolari. Seppure non conoscendosi, i due malfattori hanno cominciato a frequentare la casa dell’anziano e del figlio. Il 30enne si era offerto come badante per l’anziano mentre la donna per fare compagnia al figlio. Ma le loro attenzioni andavano ben oltre lo stato di salute di padre e figlio. Solo nell’ ultima settimana avevano prelevato dai conti correnti poco meno di 4mila euro ciascuno utilizzando postamat e forse anche assegni falsi. Tutto stava procedendo secondo i loro piani fino a che l’altro figlio dell’anziano si è accorto che alcune bollette dell’ energia e del gas non erano mai state pagate. Il particolare l’ha insospettivo visto che l’anziano consegnava regolarmente al badante un assegno per pagare le utenze. Da qui l’idea di controllare all’ufficio postale lo stato del conto corrente del padre che è risultato prosciugato. Così ha chiesto lumi al fratello del suo conto corrente, ma il 58enne non sapeva quanto vi era depositato. E l’ha convinto a rivolgersi ai carabinieri: gli uomini del luogotenente Fiorello Rossi si sono messi subito al lavoro per scoprire modalità e circostanze che avevano portato al prosciugamento del conto corrente dell’anziano, non trascurando di verificare quello del figlio. Hanno chiesto al Centro Multiservizi di Poste Italiane informazioni sia sui movimenti di entrambi i conto correnti,ma anche sugli assegni che eventualmente fossero stati emessi. Le informazioni fornite non hanno lasciato dubbi: i conti correnti erano stati completamente ripuliti. I due sono stati denunciati per furto, da stabilire l’importo complessivamente rubato. Il fatto è successo a Jesi. Notizia riferita  da Eleonora Dottori Il Messaggero

Precedente Sesso su minori,2 domiciliari,4 denunce Successivo Ascoli, Monticelli in lacrime per l'addio al piccolo stroncato da una crisi cardiaca