Banca Marche, il Codacons chiede il sequestro delle somme perse dai risparmiatori

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 19 dicembre 2015 - Codacons si è costituito parte offesa per la vicenda di Banca Marche e ha chiesto il sequestro presso la nuova banca e gli indagati di reato delle somme perse dai risparmiatori. Si legge nell’atto dell’associazione consegnato alla Procura di Ancona: «Si ritiene che sia la banca venditrice sia la Nuova Banca debbano essere citate come responsabili civili e ciò in considerazione della successione della nuova banca in tutti i diritti, attività e passività della banca venditrice come da ex art. 1, comma 2, D. Legge n. 183/2015.

Tale articolo, infatti, prevede che la nuova Banca è costituita con l’obiettivo di cedere a terzi le partecipazioni al capitale o i diritti, le attività o le passività acquistate, rendendo pertanto del tutto evidente il grave pericolo di distrazione delle risorse patrimoniali e finanziarie che saranno necessarie affinché il responsabile civile possa rispondere delle proprie responsabilità e affinché l’istante possa ottenere, per sé e per tutti i soggetti rappresentati, il risarcimento cui ha diritto».

Il Codacons ha quindi chiesto alla Procura di disporre o chiedere al Gip il sequestro presso la nuova banca e gli indagati di reato di una somma pari al valore delle azioni e obbligazioni perse dai risparmiatori, a tutela dei risarcimenti integrali degli investimenti.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Sant'Elpidio a Mare, Il Castagno Tod's revoca la costituzione di parte civile Successivo Il coro del Teatro della Fortuna conquista il Rossini Opera Festival