Banca Marche, si profila la proroga del commissariamento

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Jesi (Ancona), 18 settembre 2014 –  Si profila una proroga del commissariamento di Banca Marche, in amministrazione controllata dall’ottobre 2013. E’ trapelato nel pomeriggio nella sede di Fontedamo a Jesi, al termine dell’incontro con i direttori di filiali del gruppo bancario cui hanno preso parte anche due dei tre commissari dell’istituto, Giuseppe Feliziani e Federico Terrinoni. La proroga serve a mettere a punto l‘accordo con Fonspa e Fondo interbancario di tutela dei depositi

I commissari, in scadenza alla fine del prossimo ottobre, avrebbero chiesto a Bankitalia una proroga del mandato per un tempo necessario a stringere un accordo che si annuncia “complesso e delicato”, e che “non sarebbe questione di ore”, secondo quanto riferito dai partecipanti alla riunione e da fonti sindacali. Ma la salvezza non sarebbe lontana. Di un soggetto interessato a Banca Marche ha riferito Feliziani, aggiungendo che “quando siamo arrivati qui eravamo nel tardo pomeriggio, questo inverno ci siamo trovati in piena notte, e ora si intravedono le prime luci dell’alba”.

Si è espresso inoltre apprezzamento verso il lavoro della rete, alla luce dei dati positivi sulla vendita dei prodotti e sulla raccolta comunicati nella prima parte dell’incontro dal direttore crediti Leone Salicona e dal direttore commerciale Filippo Corsaro. Quanto alla ricaduta dell’operazione di salvataggio sul territorio, i commissari starebbero lavorando affinche’ gli attuali azionisti possano recuperare gradualmente in futuro parte del valore delle azioni.



Precedente Banca Marche, si profila la proroga del commissariamento Successivo Il prof Meluzzi sul papà killer "Capire se è matto o cattivo"