Basket: Consultinvest si mangia le mani

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

PESARO, 6 marzo 2015 – Sarà duro da digerire per la Consultinvest Vuelle questo magone dopo essere stata avanti a Brindisi fino al 35’.

La sconfitta sul campo dell’Enel è da dividere in parti uguali fra le ingenuità e l’incapacità di gestire i palloni che scottano ed un arbitraggio che ha lasciato davvero sconcertati, con 3 falli tecnici contro, di cui 2 per flopping, quello che nel calcio si definisce simulazione. Due nella stessa gara è una specie di record mondiale.

Ma Pesaro, dopo essersi fatta rimontare tutto il vantaggio, deve mangiarsi le mani sull’ultima azione di Christon, stoppato due volte, la seconda sul suo stesso rimbalzo, sul 78-76, dopo che Milosevic aveva regalato ai biancorossi col suo 0/2 ai tiri liberi un’opportunità di vittoria ormai insperata. Poi, finiti a -4, la rimessa consegnata da Gazzotti in mano agli avversari dopo un timeout è un’altra azione che grida vendetta.

Questi gli errori imputabili ai giocatori. Ma quelli della terna arbitrale non sono da meno. Il fallo tecnico fischiato per flopping a Lacey nel finale di 3° quarto è un’invenzione bella e buona.

In quel momento Pesaro era avanti di 9 punti, Brindisi è stata rimessa in partita da quella fischiata sbagliata. E la giornata poteva andare a finire pure peggio: Torino ha perso a Milano soltanto ai supplementari e resta ultima da sola.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Colpito al volto durante la partita: baby calciatore al pronto soccorso Successivo Montelupone, albero in strada Traffico bloccato a San Firmano