Basket, Pesaro sogna il colpaccio ma la spunta Trento. Gli scatti del match

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 8 novembre 2015 – Pesaro sogna il colpaccio fino al 33’ ­ quando si trova ancora in vantaggio di un punto (61-­60) ­ poi becca un parziale di 10 a 0 che chiude la partita a favore di Trento (81-­74 il finale). A decidere il match sono due italiani: Poeta, che mette i suoi 9 punti negli ultimi minuti e Baldi Rossi che, sfruttando i problemi di falli del temutissimoWright, ne approfitta per sorprendere la difesa biancorossa, sempre troppoaccomodante dentro l’area. Non bastano nemmeno 14 rimbalzi offensivi conquistati se poi si perdono 15 palloni, di cui alcuni in maniera davvero banale, e si sbagliano ben 8 tiri liberi (15/23).

Eppure, mai come stavolta la Consultinvest aveva sperato di strappare il primo scalpo in trasferta ma quando il gioco si fa duro, i duri ce li hanno gli altri. Christon, braccato dalla difesa della Dolomiti energia, si è spento gradualmente, lasciando il gioco in mano a un confusionario McKissic.

Meglio del solito i due lunghi in fase offensiva, ma non ancora abbastanza tosti in difesa per reggere l’urto. Alla fine i migliori, con Lacey, sono stati Gazzotti e Basile. Non bastano per espugnare il campo di una squadra che gioca a memoria e con una mentalità superiore.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Falconara, Elio Cinti si ritira dall'attività "Mi fermo dopo tante soddisfazioni" Successivo Juantorena salva la Lube: vittoria in rimonta contro Latina