Beethoven rivive nelle mani di due giovani pianiste

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 16 novembre 2015 – Appassionata propone la serie completa dei concerti per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven in due appuntamenti. Il primo, giovedì 19 novembre alle ore 21, vede protagoniste sul palco del Teatro Lauro Rossi di Macerata due giovani artiste italiane, Leonora Armellini e Gloria Campaner, insieme alla Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana, diretta da Federico Mondelci.

Frutto dell’accordo di rete Marche Concerti, siglato lo scorso agosto da Appassionata, dalla Società Amici della Musica Michelli di Ancona e dall’Ente Concerti di Pesaro, il concerto di giovedì prossimo, interamente dedicato al genio tedesco, prevede in programma tre dei cinque concerti per piano composti fra il 1795 e il 1809.

In scena il 19 novembre i concerti n.2 in si bemolle, op.19 e n.4 in sol maggiore, op.58, eseguiti da Leonora Armellini, e il concerto n.5 in mi bemolle, maggiore, op.73, forse il più famoso della serie, eseguito da Gloria Campaner. Per ascoltare il n.1 e il n.3 bisogna attendere il 22 gennaio.

Talentuose e già affermate a livello internazionale, Armellini e Campaner salgono sul palcoscenico del Lauro Rossi per la prima volta.

Leonora, padovana classe ‘92, ha tenuto più di trecento concerti in prestigiose sale in Italia ed Europa, alla Carnegie Weill Recital Hall di New York, alla Musashino Concert Hall di Tokyo, a Nuova Delhi e Tunisi. Nel 2013 ha ricevuto dalle mani di Zubin Mehta il Premio Internazionale Galileo 2000 per il “grande coraggio e talento musicale”. Nel 2014 ha eseguito il concerto n. 2 di Chopin con l’Orchestra Filarmonica di Varsavia.

Gloria Campaner ha vinto il suo primo premio a 5 anni, nel 1991. Da allora ha inanellato una serie di performance di successo in Europa, Stati Uniti, Sud America e Africa. Artista ufficiale Steinway & Sons, nel 2009 è stata nominata Ambasciatore Europeo della Cultura nell’ambito del progetto culturale Piano: “Reflet de la Culture Européenne”. Sempre nel 2009 la sua prima tournée in Cina, mentre del 2010 è il Premio Chopin consegnato dalla Fondazione Chopin di Parigi. Unica pianista italiana ad aver ricevuto il blasonato Premio Borletti Buitoni Trust l’anno scorso, oltre ad un indiscutibile fascino alla Campaner viene riconosciuta una tecnica grintosa, grande sangue freddo e carattere deciso.

Si tratta di qualità necessarie alle due pianiste italiane per l’esecuzione, che promette di essere memorabile, dei concerti per pianoforte e orchestra di Ludwig van Beethoven.

Sul palco insieme alla Armellini e alla Campaner ci sono i musicisti della Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana diretti da Federico Mondelci. Mondelci affianca alla carriera di interprete solista una sempre più rilevante carriera nella direzione d’orchestra. Recentemente ha diretto celebri solisti, come Ilya Grubert, Michael Nyman, Kathryn Stott, Pavel Vernikov, Nelson Goerner, Francesco Manara, Natalia Gutman e Luisa Castellani.

La stagione 2015-2016 dei Concerti di Appassionata è organizzata dall’Associazione musicale Appassionata con il sostegno del Comune di Macerata, della Regione Marche, del Mibact e di Società Civile – Eredi Cento Consorti, Lions Club Macerata Host, Mosca srl, Fineco, Menghi Shoes, BCC Recanati Colmurano e Zurich – Antinori Assifin, in collaborazione con Unimc, Abamc e Fondazione Carima. Biglietti da 5 a 20 euro in vendita presso la biglietteria dei teatri in piazza Mazzini a Macerata (tel. 0733/230735), nel circuito regionale Amat e online su www.vivaticket.it. Info su www.appassionataonline.it www.comune.macerata.it.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Fabriano - Riapre al traffico via G.B. Miliani Successivo Sanità, al via campagna antinfluenzale