Bimbo di 6 anni azzannato da un pitbull I chirurghi gli ricostruscono la gamba

ANCONA – Pit-bull azzanna un bambino di 6 anni, al polpaccio. E’ successo a Porto San Giorgio, ma il bimbo è stato operato ad Ancona. Operato nella notte al Salesi, il minore ha rischiato di perdere l’uso della gamba destra. Una corsa contro il tempo, dal pronto soccorso dell’ospedale di Fermo a quello del presidio materno-infantile di Ancona. Il minore adesso sembra fuori pericolo. Per lui è stato necessario un intervento di microchirurgia, eseguito dall’equipe della clinica di Chirurgia Plastica e Ricostruttiva dell’ospedale di Torrette diretta dal professore Giovanni Di Benedetto.

In sala operatoria il chirurgo Luca Grassetti, che dopo l’intervento rassicura sulle condizioni del bambino. «Ha corso un rischio medio alto – dice Grassetti – perché il morso del cane aveva lesionato il gemello mediale, che è uno dei muscoli che permette di appoggiare bene il piede e va a formare il tallone di Achille. Con i giusti trattamenti anche le cicatrici visibili nel tempo saranno minime».

Il bambino sabato si trovava a pranzo con la sua famiglia dalla bisnonna. Una riunione di parenti, in casa anche il pit-bull di un membro della famiglia. L’animale, stando ad una prima ricostruzione dell’accaduto, ha iniziato a girare attorno al bambino. Il padre, preoccupato, ha preso il figlio in braccio. Il pit-bull si è così avventato contro le gambe del piccolo mordendogli ripetutamente il polpaccio destro e provocandogli profonde lesioni.

Cellulari Usati
SCATOLE CARTONE IN PRONTA CONSEGNA!!! www.semprepronte.it

Precedente Camerano in lutto per Beatrice Burattini morta al rientro da una festa Successivo Urbano Urbani Marchigiano dell'Anno