Biogas: post-combustore per abbattere le emissioni di carbonio

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Matelica (Macerata), 13 novembre 2014 – La centrale a biogas di Matelica si doterà del post-combustore. Dopo il sequestro disposto dalla procura di Macerata, i responsabili della società agricola Abr hanno annunciando l’intenzione di acquistare lo strumento che consente di abbattere le emissioni di «Cot», il carbonio organico totale, i cui livelli prima erano molto al di sopra dei limiti di legge. Il post-combustore costa oltre duecentomila euro.

La società ha dichiarato anche che abbandonerà il ricorso al tribunale del riesame, promosso all’inizio per provare a far annullare il sequestro della centrale, eseguito alla fine di ottobre dagli agenti del Corpo forestale. Infine, è stato presentato un piano di spegnimento programmato dell’impianto nell’arco di due mesi.

In questo modo, la società prende atto dei rilievi mossi dalla Procura sulla base delle rilevazioni dell’Arpam, pur ribadendo che a livello governativo sarebbe in via di approvazione una normativa più favorevole alle centrali a biogas.



 

Precedente Civitanova, Ercoli alla cena Pd: «Renzi? Un fuoriclassse» Successivo Continua il successo della scrittice fabrianese Emanuela Antonini