Bisarca "dirottata" dal navigatore si incastra in una stradina comunale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Acqualagna (Pesaro e Urbino), 15 febbraio 2016 – E’ stata chiusa la strada comunale che in territorio di Acqualagna porta verso la località Frontino. Motivo: un “fuoristrada” davvero particolare (una bisarca) condotta da un autista bulgaro diretto verso Sant’Angelo in Vado proveniente da Fano, si è infilato nella stredda strada per una “segnalazione” del navigatore.

L’autista era lungo la Superstrada Flaminia. A Calmazzo ha proseguito per Acqualagna a causa della segnaletica che fa deviare i mezzi pesanti per Piobbico e da lì tornare ad Urbania per proseguire verso l’Alto Metauro.

Essendo interrotta la provinciale a causa del cedimento del ponte alle porte di Urbania, i mezzi pesanti sono costretti a fare questa lunga deviazione e l’autista bulgaro fino ad oltre Acqualagna era perfettamente sintonizzato con il suo navigatore di bordo.

Ad Abbadia di Naro il navigatore, indicando la strada più corta, ha fatto deviare il conducente della bisarca sulla strada comunale che conduce a Frontino che e dopo un breve valico ritorna nella provinciale dei Fangacci.

La bisarca incastrata nei pressi di Frontino di Acqualagna

Una strada che però nel primo tratto presenta tornanti in salita molto stretti e che hanno impedito al conducente del mezzo di proseguire essendo rimasto incastrato in un tornante.

Molti mezzi di soccorso e forze dell’ordine sono arrivati sul posto ma non riuscendo a liberare la lunga bisarca, la strada è stata chiusa dalla ditta “Sicurezza Ambiente” incaricata di transennare da ambo i lati la comunale e di mettere in sicurezza il mezzo.

La bisarca incastrata nei pressi di Frontino di Acqualagna

Martedì mattina dovrebbero arrivare sul posto da Cattolica due grosse autogrù specializzate per questi casi. Cercheranno di rimettere il mezzo in carreggiata e farlo proseguire fino alla fine della salita nei pressi della frazione di Frontino.

Fidarsi del navigatore è costato caro all’autista bulgaro che evidentemente non conosceva le “trappole” della zona.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Montegiorgio, scomparsa una donna di 47 anni Successivo Civitanova, infarto mentre va a scuola Morta una maestra elementare