Biscotti alla marijuana fatti in casa, madre e sorella finiscono all’ospedale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino)  4 marzo 2016 – Prepara un chilo di biscotti ‘stupefacenti‘ e manda al pronto soccorso mamma e sorella. Segnalato alla Prefettura un 22enne fanese quale assuntore di droghe cosiddette leggere.

Alcuni giorni fa il medico di turno del pronto soccorso di Fano ha segnalato al Commissariato di Polizia il ricovero di due donne fanesi, rispettivamente madre e figlia di 45 e 20 anni, le quali accusavano lancinanti dolori addominali, cefalea e vomito, dovuti all’ingestione di stupefacente.

Agli agenti giunti sul posto, le donne dichiaravano di aver mangiato, la sera precedente, alcuni biscotti alla “marijuana”, prodotti in casa dalla più anziana delle due, utilizzando un impasto preparato dal figlio 22enne, utilizzando, fra l’altro, foglie triturate di cannabis.

In particolare le due donne asserivano di aver voluto provare ad assaggiare i biscotti per curiosità, ignorando i pericoli derivanti dagli effetti tossici della marijuana pura.

In casa, la polizia ha poi ritrovato e sequestrato oltre mezzo chilo di biscotti, ognuno del peso di 10 – 15 grammi, che sottoposti a narcotest risultavano contenere THC (ovvero tetraidrocannabinolo, il principio attivo delle piante di cannabis, da cui si ottiene la marijuana). Il figlio 22enne, che deteneva la sostanza per uso personale, veniva segnalato alla locale Prefettura. 

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Camion perde il rimorchio, out la rampa per l'A14, traffico in tilt Successivo Lo hanno pestato in due: omicidio Albertini, ecco perché il doppio arresto