«Bivacchi e clochard, ora basta», scatta la task force della polizia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 31 ottobre 2015 – Controlli continui della polizia per evitare che ulteriori zone cittadine o caseggiati possano continuare ad essere utilizzati da balordi come ricoveri per la notte e bivacchi durante il giorno. Dopo aver ispezionato parchi cittadini, edifici dismessi, parcheggi, per poi addentrarsi anche in quelle aree impervie e nascoste che si trovano sotto l’asse Nord-Sud nei pressi dell’uscita dell’Università, giovedì gli agenti hanno trovato tra cartoni, vestiti stesi e vecchi materassi una coppia 35enne originaria della Romania, in Italia senza fissa dimora e con precedenti per furto. Per loro è scattata la denuncia per invasione di terreni ed edifici. Nel pomeriggio, è stato invece notato un uomo che si aggirava proprio sotto i piloni del cavalcavia.

E’ bastato un attimo perché i poliziotti lo raggiungessero, bloccandolo nei pressi del tunnel pedonale sottostante l’asse attrezzato. L’uomo, un cittadino extracomunitario di 28 anni, originario del nord Africa, residente in provincia, non aveva documenti non è riuscito a spiegare perché si trovasse lì. Accompagnato in questura, è stato denunciato perché sprovvisto di documenti.

Controlli intensificati anche nella zona dell’ex Umberto I dove mercoledì, all’interno dell’edificio, è stato trovato e arrestato uno straniero ricercato in tutta Italia. Diversi i modi per entrarvi: dai vari buchi nelle reti fino alla facilità nell’arrampicarsi su cancelli o muretti. «C’è stato un periodo – raccontano i residenti della pertinente via Montenero – che queste persone si erano ingegnate al punto che avevano spaccato le catene che legavano i cancelli, per sostituirle con altre e mettere un lucchetto di cui solo loro avevano la chiave. In questo modo, nemmeno la vigilanza poteva accorgersi che quelle porte in realtà venivano utilizzate di continuo da tossici e balordi fino a quando non sono stati colti sul fatto e le porte sono state saldate. Un po’ è servito – proseguono – ma ora scavalcano o passano dall’ingresso del Cardeto in via Panoramica». Veri e propri bivacchi testimoniati dai piatti abbandonati con cibo avanzato, escrementi, coperte e cartoni vari. Bivacchi che avvengono anche in pieno centro come, ad esempio, in piazza Roma dove le panchine vengono utilizzate a mo’ di letti anche in pieno giorno. Identiche scene anche lungo le panchine di corso Carlo Alberto, punto di ritrovo di molti mendicanti, o i portici di via Giordano Bruno.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Rapinò titolare di una gioielleria: arrestato dopo la condanna Successivo Arriva il super-yacht: Alexandar V starà tre mesi in porto