Blitz della Finanza in Comune: inchiesta sul Bracciale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 18 novembre 2015 – La Finanza ha fatto una visita in Comune, l’altro giorno, per acquisire i documenti sulla lottizzazione del Bracciale a Piediripa. L’indagine è alle battute iniziali, e per ora gli inquirenti ritengono più opportuno non rivelare informazioni sul contenuto dell’inchiesta. Di certo però si sa che al momento non ci sono ancora nomi iscritti al registro degli indagati. Sull’impresa edile aveva presentato un esposto più di un anno fa l’avvocato Graziano Pambianchi, contestando fondamentalmente due cose: le fidejussioni presentate al Comune, e il mancato rispetto del progetto approvato per la lottizzazione Città verde sul fotovoltaico, il più grande di quelli del Piano casa, e uno dei pochi davvero partiti.

Quanto alle polizze, nel 2011 era venuto fuori che alcune garanzie proposte da un promotore, Francesco Marziali, ex sindaco di Force, erano fasulle. Tra queste c’erano anche quelle che la società «il Bracciale», di cui è legale rappresentante Ulderico Lambertucci, aveva depositato in Comune. Da quella denuncia è partito un processo, nel quale Marziali è imputato e le varie imprese sue clienti sono parti offese. Il giudizio è ancora in corso, la prossima udienza ci sarà domani. Il Comune, danneggiato in questa vicenda perché rimasto senza le polizze richieste ai costruttori, non si è costituito parte civile. Dopo la denuncia, al Bracciale sono state chieste nuove polizze, ma quelle che sono state depositate poi sono risultate inesigibili, quindi ancora una volta inutili dal punto di vista dell’amministrazione. Ma una volta scoperto questo, delle fidejussioni non si è parlato più e il Comune si è tenuto quello che aveva. L’altro rilievo mosso dall’avvocato Pambianchi riguardava il fatto che il progetto prevedesse la realizzazione di un impianto fotovoltaico, che aveva attirato alcuni acquirenti degli appartamenti. Ma l’impianto, con vari pretesti, non sarebbe mai stato realizzato nel corso del tempo. Per ora non si sa se l’inchiesta in corso riguardi questi rilievi, o se invece si tratti di tutt’altro, e resta anche da vedere se i sospetti degli inquirenti poi troveranno dei riscontri o meno. Per ora comunque in Comune nessuno sembra informato sull’indagine in corso.

Paola Pagnanelli

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle

Precedente Piazza Cavour cambia: sarà come nell'Ottocento. Ecco le foto Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-