Blitz notturno in Comune e selfie: indagine dei carabinieri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche, 7 ottobre 2015 - Ci sarà un’indagine dei carabinieri sull’accesso notturno a Palazzo Sforza, con tanto di scatto fotografico dal balcone del Municipio pubblicate su Facebook, effettuato dal consigliere comunale Livio De Vivo, che nella sua gita si è portato dietro un amico.

Il sindaco ha chiesto di essere ricevuto in caserma per fare chiarezza su quanto accaduto in quelle ore, quando è scattato un falso allarme per una telefonata anonima che segnalava un incendio al bar Maretto. Sulla vicenda, che risale a due domeniche fa, ci sono due versioni: quella di De Vivo, che sostiene di essere entrato con spirito civico dal portone principale di Palazzo Sforza, trovato aperto per l’intervento di carabinieri e vigili del fuoco all’interno del Comune; c’è invece quella raccolta dall’assessore Cristiana Cecchetti dal personale del locale che ha visto De Vivo passare dal cortile sul retro, attraverso uno spazio comunicante tra il bar Maretto e il Comune, che dovrebbe tra l’altro essere vietato all’accesso dei privati. Da chiarire intanto se carabinieri e pompieri sono entrati in Comune e il ruolo di De Vivo.

Corvatta si dice preoccupato «dalla permeabilità del Comune». I carabinieri verificheranno come sono andati i fatti, dai quali è poi nata una polemica in seno alla maggioranza con Pier Paolo Rossi (Uniti per cambiare) che ha chiesto al sindaco un cartellino rosso a De Vivo per la ‘bravata’ sul balcone. Intanto c’è pure il giallo delle telefonate anonime. Non è stata la sola quella di due domeniche fa. Da allora altre due volte qualcuno ha alzato la cornetta per dare l’allarme incendio al bar Maretto, poi risultato fasullo. Tutte le chiamate sono state effettuate da una cabina telefonica.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Ladri fanno razzia di soldi e sigarette. "Hanno picchiato anche il cane" Successivo L'Oroscopo di oggi gli astri del Borghigiano