Blocchi in strada, marcia su Ancona e la protesta all’arrivo di Letta

 

Borghigiano halloween

FABRIANO INDESIT ED EX ARDO: SI ALZA LA TENSIONE GIA’ A PARTIRE DA OGGI

— FABRIANO —
BLITZ degli operai Indesit dal premier Enrico Letta. In occasione dell’arrivo del primo ministro in città (insieme all’ex presidente del consiglio Romano Prodi) fissato per il 14 novembre, gli operai organizzeranno un sit in all’esterno del teatro Gentile in cui è previsto l’intervento dello stesso Letta. Una fotografia emblematica della tormentata Fabriano di oggi quella in arrivo, in quanto all’interno si celebreranno i 50 anni della Fondazione Merloni dedicata ad Aristide Merloni, storico papà del distretto industriale cittadino. Fuori, invece, ci saranno i lavoratori a protestare nei confronti dell’azienda fondata proprio da Aristide, poi passata in mano al figlio Vittorio e ora controllata da quattro figli di Vittorio con presidenza affidata per la prima volta a un ‘non Merloni’, ovvero Marco Milani. La preoccupazione dei lavoratori, dunque, resta molto elevata anche dopo la decisione appena comunicata dall’azienda di ricorrere per il mese di novembre a quattro giorni di cassa integrazione a Melano e ben nove ad Albacina. Un numero di giorni di ammortizzatori sociali che i sindacati ritengono piuttosto preoccupante, specie dopo che già a settembre ed ottobre si erano raggiunti livelli altrettanto consistenti.
Proprio ad Albacina stamane alle 8,30 è previsto un nuovo sciopero con tanto di blocchi stradali per tenere alta l’attenzione sulla vertenza in vista del nuovo faccia a faccia tra sindacati e management in programma giovedì a Roma.
JP (EX ARDO) – Sempre oggi, ma nel pomeriggio, anche gli operai della Jp (ex Ardo) sono impegnati in un’iniziativa di protesta. Effettueranno, dopo quella di giovedì scorso, una nuova marcia su Ancona con incontro con il Prefetto Alfonso Pironti alle 15,30 da parte di una delegazione di sindacalisti e operai. Lo sblocco della cassa integrazione, congelata dopo la sentenza di primo grado che ha annullato la vendita della ex Ardo alla Jp, sarebbe ormai piuttosto vicino, ma i lavoratori vogliono conoscere con certezza la data dell’arrivo dello stipendio di settembre.
Alessandro Di Marco -IL RESTO DEL CARLINO-

Precedente Fabriano in Bacheca. Tutti gli appuntamenti in rete Successivo Paglialunga condannato si rimette al sindaco che farà un vertice