Boato in centro, crolla una palazzina di due piani

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Caldarola, 10 dicembre 2015 – Un boato improvviso e poi una grande nuvola di fumo, attorno le urla dei residenti del centro. Ma per fortuna nessuno stasera, intorno alle 19, passava nella stretta via Caldoro, che sfocia in piazza Vittorio Emanuele II. Quando una vecchia palazzina disabitata è crollata per un cedimento strutturale.

Subito sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco di Tolentino: muniti di termocamera hanno avviato le ricerche per escludere la presenza di persone tra le macerie. Con loro i volontari della Protezione civile e i carabinieri. Secondo le prime ricostruzioni, a precipitare per primo sarebbe stato il solaio dell’edificio, e poi una parete interna. L’abitazione è disabitata da anni.

I proprietari, uno nato nel 1923 a Caldarola e l’altro nel 1926 in Argentina, emigrarono in Argentina e ora probabilmente sono morti, ma il Comune di Caldarola aveva già avvisato il consolato per risalire agli eventuali eredi e comunicare l’instabilità della struttura. Non c’erano al momento comunque ordinanze sindacali in merito, ma si attendeva la risposta del consolato.

Si stanno svolgendo verifiche anche su un possibile danno alla copertura già segnalato diversi anni fa. Sul posto, oltre ai curiosi, c’erano il geometra Lucia Rossi e l’ingegnere Andrea Spinaci (il sindaco Luca Giuseppetti era fuori per lavoro). La messa in sicurezza sarà effettuata domani mattina e via Caldoro per ora resta transennata.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Senigallia, due mastini meglio dell'allarme Ladri costretti a fuggire a gambe levate Successivo Amandola, colpito da un malore muore a 25 anni, donati gli organi