Botte a un uomo e alla compagna incinta: coppia condannata

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ascoli, 1 marzo 2016 – Per un’aggressione brutale ai danni di un uomo di 37 anni e di sua moglie incinta una coppia, lui sambenedettese residente ad Alba Adriatica, lei cubana, è stata condannata ieri mattina dal tribunale di Ascoli: 4 anni e 3 mesi di reclusione all’uomo, M. A., di 36 anni, un anno a I. D. R..

I fatti sono accaduti una sera di ottobre del 2013 davanti ad un chiosco ambulante per la vendita dei panini, lungo la statale Adriatica al confine tra Marche e Abruzzo.

Mentre l’uomo era andato verso l’ambulante, la cubana, che lo attendeva in macchina, ha iniziato una discussione per futili motivi con la donna incinta. I. D. R. le avrebbe rivolto pesanti insulti, apostrofandola come una persona poco seria.

Il marito della donna incinta è quindi intervenuto dicendole di smettere in quanto sua moglie era in gravidanza. Gli animi si sono però surriscaldati e la cubana avrebbe spintonato la donna incinta facendola cadere a terra. A quel punto è intervenuto il marito della donna, colpendo l’altro uomo con un pugno al volto e poi con calci.

I due ripartirono, ma pochi secondi dopo fecero marcia indietro, per costringere l’altra coppia ad inginocchiarsi davanti a loro per chiedere scusa. Non pago, secondo l’accusa M. A. avrebbe continuato ad usare violenza nei confronti dell’uomo, afferrandolo per i capelli e facendogli sbattere la testa contro la portiera della macchina.

Gli imputati, assistiti dall’avvocato Nazario Agostini, sono stati condannati dal giudice Marco Bartoli (Pm Franca Di Giacinto) anche a versare all’altra coppia una provvisionale di 30 mila euro.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fabriano - Va a scuola con uno spinello, nei guai uno studente Successivo Furto alla stazione Erg, sdradicata la colonnina del self service