Botte e insulti ai poliziotti: arrestato un giovane

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Macerata, 26 marzo 2016 – Botte e insulti agli agenti: arrestato un peruviano. È successo nella notte in un condominio di via dei Velini a Macerata, dove il 26enne (in preda ai fumi dell’alcol) si era accanito dietro la porta di una giovane donna, bussando insistentemente e con veemenza, dicendo di voler entrare ad ogni costo. I poliziotti delle volanti (dirette dal commissario capo Sandro Tommasi) sono subito intervenuti, giungendo sul posto cinque minuti dopo la chiamata, ma non hanno trovato una buona accoglienza, visto che sono stati pesantemente insultati dal sudamericano, che li ha minacciati di morte.

Il giovane (che abita nel palazzo) era una furia, tanto che a nulla sono serviti gli inviti alla calma degli operatori, che, vista l’ora, hanno subito cercato di limitare le urla del loro aggressore per non disturbare il riposo notturno. Il peruviano, tuttavia, è passato ben presto dalle parole ai fatti, colpendo ripetutamente gli operatori, uno dei quali ha riportato contusioni ad una gamba giudicate guaribili in 15 giorni. A quel punto è stato immobilizzato ed ammanettato, poiché dichiarato in arresto.

In Questura, il sudamericano ha continuato imperterrito a dare in escandescenza, ma la sua condotta non ha fatto altro che aggravare la sua posizione. Stamattina il suo arresto è stato convalidato dal giudice, il quale, visti i precedenti ed il concreto ed attuale pericolo di reiterazione del reato, ha disposto anche l’obbligo di dimora nella propria abitazione nelle ore serali e notturne. Il processo si svolgerà tra alcuni giorni.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Porto San Giorgio, allo Street Food si paga in lire. Cibo gratis per i cani Successivo Asaf Avidan a Pesaro incontra sindaco