Fabriano – Brevetti e imprenditori arriva l’expo delle idee

expo brevetti 2015

FABRIANO –  Presentare brevetti utili agli imprenditori per diversificare produzioni e mercato. Questo l’ambizioso obiettivo che si prefigge la Mar.Bre. organizzando – con il sostegno del comune di Fabriano, di Veneto Banca e della Fondazione Carifac – la prima edizione dell’Expo dei brevetti. La manifestazione si svolgerà lunedì, a partire dalle 9.15, al Longevity hub in via Serraloggia. «Nel corso della nostra attività – evidenzia Stefano Meloni, direttore generale della Mar.Bre. – abbiamo constatato la difficoltà che spesso brevetti intelligenti incontrano nel passare dalla carta alla realtà. Nel nostro distretto industriale vi sono grandi capacità tecnologiche, poca propensione alla ricerca e scarsa attività e canali commerciali. Sono tre gli obiettivi che intendiamo conseguire grazie a questa manifestazione, che speriamo possa divenire un appuntamento annuale. Valorizzazione dei clienti inventori attraverso la presentazione al pubblico di circa 30 brevetti; far incontrare le idee con i potenziali attuatori delle stesse al fine di tradurle in business; sviluppare le competenze, integrando le capacità presenti sul territorio e connettendole fra di loro». I 30 brevetti che saranno presentati spazieranno dagli elettrodomestici alla nautica, dalla grande distribuzione ai simulatori di giochi, dal calzaturiero alle fonti rinnovabili. Sostegno pieno all’iniziativa da parte dell’Amministrazione comunale fabrianese. «Abbiamo deciso di essere parte in causa di questo expo perché crediamo fermamente che solo attraverso i nuovi percorsi e la ricerca-innovazione, si potrà contribuire a risollevare l’economia territoriale», ha rimarcato il sindaco, Giancarlo Sagramola. «Occorre dare una scossa alla città. Non possiamo appiattirci sui servizi sociali che, comunque, finiranno. Ma occorre, invece, esplorare e lavorare in modo sinergico. A testimonianza dell’attenzione su questo evento, la presidente della Camera, Laura Boldrini, ci ha chiesto di inviarle un report al termine della manifestazione», rivela l’assessore ai Servizi sociali, Giorgio Saitta. «Fare in modo che l’idea venga valorizzata con il brevetto e poi dargli concretezza ed operatività», il proposito che l’assessore alle Attività produttive, Leonando Meloni, si augura possa essere centrato. «Abbiamo deciso di aderire perché crediamo fermamente che senza il mondo del credito ed il sostegno della Pubblica Amministrazione – ha concluso il Responsabile del Centro Italia di Veneto Banca, Fabrizio Mora – non c’è sviluppo ed economia». Notizia riferita da Claudio Curti Il Messaggero di Fabriano

Precedente Maceratese beffata da un’autorete: L’Aquila strappa il punto Successivo Fano, blitz anti Islam di Forza Nuova La polizia di Stato identifica due attivisti