Bruciata per vendetta l’auto di un bodyguard: un arresto e due indagati

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova Marche, 24 febbraio 2016 – Un uomo arrestato e altri due indagati a piedi libero con l’accusa di aver bruciato un’auto per vendetta. L’incendio era avvenuto la notte del 13 agosto scorso quando, a Civitanova, in via Solferino, andò a fuoco un’Audi A6 di proprietà di un addetto alla sicurezza di una nota discoteca. Le fiamme si propagarono a un’altra Audi A6 appartenente invece a un commerciante del luogo. I carabinieri del Comando provinciale, dopo una lunga indagine con tecniche audio-video e testimonianze raccolte, hanno eseguito la misura cautelare emessa dal gip di Macerata e hanno arrestato Davide Nicolosi, pluripregiudicato.

Dalle indagini è emerso che l’incendio sarebbe stato commissionato da un pregiudicato residente a Civitanova, per rancori personali verso il bodyguard, a seguito di una discussione avvenuta all’interno del locale notturno. Nicolosi si trova agli arresti domiciliari. Il nuovo arresto segue le recenti operazioni di servizio messe a segno dal Comando provinciale dei carabinieri, che hanno permesso di scoprire gli autori di molteplici incendi avvenuti negli ultimi mesi lungo la costa. L’uomo avrebbe agito in concorso con altri due uomini, entrambi italiani.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Viene mollato, scatta la vendetta a luci rosse sul web Successivo Fermo, in fuga sulla Panda rubata lungo la ciclabile. Coppia nei guai