Bus, i rincari sui biglietti purtroppo sono realtà

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 10 settembre 2015 – Stangata sul trasporto pubblico locale, già attivi gli aumenti di biglietti e abbonamenti sulla linea extraurbana. Conerobus, la principale azienda regionale, partecipata dal Comune di Ancona, ha applicato alla lettera le disposizioni previste nella delibera emessa dalla Regione alla fine di agosto. Aumenti in linea con le attese, i biglietti aumenteranno dai 10 ai 30 centesimi a seconda delle fasce di chilometraggio delle tratte coperte; in salita anche il costo degli abbonamenti mensili, con uuna forchetta che va dai 2,40 euro ai 7,10 euro, sempre in funzione delle fasce chilometriche.

Aumenti ordinari, ossia per semplici viaggiatori, e per gli studenti avranno lo stesso peso, senza distinzione di prezzo. Si fanno ancora attendere, al contrario, i rincari delle tariffe urbane, ma su questo punto sarà decisiva la volontà delle singole amministrazioni comunali: “Noi abbiamo tutto quanto era in nostro potere - afferma il presidente di Conerobus, Muzio Papaveri -. Appena ricevuto il testo della delibera regionale, abbiamo avvisato tutti i sindaci della provincia su quanto disposto dalla Regione, ossia la neceesità di applicare degli adeguamenti. Su questo terreno spetta ai Comuni decidere e alle giunte deliberare. Al momento non sono arrivate comunicazioni in tal senso, parlo dei Comuni più importanti, Ancona, Senigallia, Jesi e così via. Immagino che il provvedimento vada discusso e affrontato in consiglio comunale. Sugli abbonamenti di nostra competenza per quanto riguarda il servizio extraurbano, non abbiamo fatto altro che adeguarci alle direttive della Regione, ossia seguendo le indicazioni sulle percentuali di aumento”.

Alla fine il tanto atteso, e temuto, aumento è arrivato, sebbene il grosso dipenda adesso dalle decisioni delle singole giunte. Il capoluogo di regione, ad esempio, non ha ancora deliberato la sua decisione, ma non è detto che per ora possa congelare il provvedimento e attivare gli aumenti in un secondo momento. Ragionando sugli aumenti invece già attivi da più di una settimana, come accennato all’inizio un biglietto per il servizio extraurbano costerà tra i 10 e i 30 centesimi di più. Per andare a Falconara, ad esempio, l’aumento sarà minimo, il massimo invece per Jesi e oltre, ossia nella sesta fascia chilometrica, tra 30 e 36km. Gli abbonamenti aumenteranno al massimo di 7 euro al mese e di un’ottantina di euro all’anno. Nessuna distinzione tra abbonamenti ordinari e per studenti.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Ascoli, giro di vite del Comune contro le associazioni morose Successivo Ascoli, i quartieri restano al buio coi nuovi lampioni con lampade a led