Busta con proiettili al Sindaco di Fabriano

FABRIANO – A spedire la busta contenente un proiettile e una lettera minatoria giovedì sera al sindaco di Fabriano, Giancarlo Sagramola, è stato un disoccupato fabrianese. L’uomo ha confessato il gesto alla polizia. L’uomo ha 52 anni, è originario di Portici e da anni risiede a Fabriano. E’ lo stesso che il 29 marzo del 2011 aveva “sequestrato” nel suo ufficio la segretaria del predecessore di Sagramola, Roberto Sorci, minacciandola con una pistola giocattolo. In quell’occasione, l’uomo voleva vedere Sorci per avere un lavoro. Dopo quell’episodio era stato brevemente ricoverato in ospedale perchè in forte stato di agitazione. Qualche tempo fa si è ripresentato da Sagramola per chiedere la stessa cosa. «Ma ho dovuto dirgli di no – racconta l’attuale primo cittadino -, io devo creare le condizioni per tutti, non per uno solo. Qualcuno questo ragionamento lo capisce, qualcun’altro no e se ne va con qualche parola di troppo». Il sindaco comunque fa i complimenti alle forze dell’ordine «che hanno lavorato in maniera rapida ed efficiente. Vuol dire che la sicurezza ancora funziona». Nel frattempo al primo cittadino erano giunti messaggi di solidarietà del presidente della Regione Gian Mario Spacca e dal Pd. «Non avevo raccontato niente a mia moglie e alle mie figlie – spiega – e ho dovuto farlo in gran fretta. Non ho idea di chi possa aver compiuto un gesto del genere, ma certo il sistema sociale della città sta soffrendo, manca il lavoro, la crisi incombe e il sindaco è il terminale di ogni disagio».

Il Comitato del Borgo esprime tutta la sua solidarietà al Sindaco

Precedente Fabriano -Fiera delle Cipolle 26 Ottobre 2012- Successivo Consigli di Quartiere rinnovati e confermati ma senza una lira....