Calcio Lega Pro, Ancona con Paponi pronta alla trasferta di Teramo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Ancona, 16 settembre – Cornacchini ridisegna l’Ancona per la trasferta di Teramo. Domani biancorossi in campo a Teramo alle 20.30 per la quarta giornata di campionato: due punti racimolati nelle altrettante partite disputate davanti al proprio pubblico, alle quali si aggiunge la sconfitta di Reggio Emilia, e la classifica non proprio allegra suggeriscono al tecnico fanese, anche alla luce dei tre match della settimana, di cambiare qualcosa rispetto alle ultime gare. Ecco dunque pronto un 4-3-3, che se da un lato conferma l’asse difensivo, con Lori in porta, Barilaro, Dierna, Mallus e Cangi sulla sinistra al posto di Di Dio – fermato da una contusione ma andrà in panchina – dall’altro modifica l’undici sulla mediana e in avanti. Posto dunque a Sampietro in cabina di regia, affiancato da Parodi a destra e Arcuri a sinistra, mentre in attacco fuori Tavares e e Cognigni per fare spazio a Paponi, che sarà supportato da Bondi e Tulli. La punta anconetana ha finito di scontare le tre giornate di squalifica rimediate lo scorso anno con il Bologna e scalpita per vestire una maglia da titolare in quest’Ancona in cui può e deve fare la differenza. Ecco dunque che l’Ancona, ancora a secco di vittorie, si prepara a cambiare marcia proprio a Teramo, contro un’avversaria che finora ha perso a Pisa e in casa con il Grosseto, ma che sabato ha violato il campo di Forlì conquistando i primi tre punti della stagione. Per la squadra del presidente Campitelli si tratta della prima di due partite consecutive davanti al proprio pubblico. L’Ancona cercherà di darle un dispiacere proprio domani sera.

Cornacchini parte dal modulo: «Sarà un 4-3-3, ma trasformabile secondo le necessità della gara – attacca il tecnico – e penso che farò giocare Sampietro, visto che Paoli non è ancora al meglio; inoltre mi resta ancora qualche dubbio, per esempio tra Bondi e Morbidelli, ci devo pensare, c’è ancora tempo, decido domani. Certo che Bondi è un giocatore fondamentale in diverse situazioni». L’avversario se lo aspetta così: «Il Teramo è una buona squadra, abituata al sintetico aggressiva, ci sarà da correre. L’ho visto perdere con il Grosseto che ha fatto un tiro in porta, un episodio che si è rivelato decisivo. Il campo di gioco potrebbe condizionarci, dovremo essere aggressivi anche noi, tenere duro, fare la partita. Obbligati a vincere? Non mi interessano le chiacchiere, non sono preoccupato per i due pareggi interni, vado avanti con il mio lavoro. Sapevo che in questo campionato avremmo potuto trovare delle difficoltà, la squadra è in crescita». Infine sull’esordio in campionato di Paponi.

«E’ motivato, è uno forte e che ci serve ma che viene da tre partite in cui non ha giocato. A livello di motivazioni è pronto a spaccare il mondo, un giocatore che può fare la differenza». La squadra partirà per Teramo domani pomeriggio alle 15. Dirigerà l’incontro l’arbitro Ranaldi di Tivoli.



Precedente Elezioni provinciali, sono quattro le liste in campo Successivo Guardia di Finanza, cane antidroga fiuta l’eroina nel campo