Calzini come guanti, due donne pronte a colpire: sventato furto in gioielleria

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno), 30 giugno 2015 – Venerdì scorso la polizia ha sventato un furto in una gioielleria di San Benedetto. Due agenti hanno visto due nomadi nel negozio di via Curzi. Notando il nervosismo dell’addetta alla vendite hanno deciso di entrare per effettuare un controllo.

Una delle due donne indossava calzini bianchi come se fossero guanti e li ha riposti immediatamente nella borsa. Troppo tardi: i poliziotti avevano già capito le intenzioni della signora. I calzini vengono infatti indossati per evitare di lasciare impronte. In genere le nomadi entrano nelle gioiellerie chiedendo di vedere dei monili d’oro e mentre l’una distrae il negoziante con richieste e spiegazioni l’altra ruba parte della merce esposta nascondendola nelle parti intime.

Le donne, alla vista degli agenti, hanno interrotto la contrattazione cercando di guadagnare velocemente l’uscita del negozio. Fermate, sono state accompagnate in Commissariato, perquisite e sottoposte a fotosegnalamento. Risultavano gravate da numerose condanne e precedenti di polizia, per reati contro il patrimonio. Sono state infine denunciate per possesso ingiustificato di strumenti di effrazione e sanzionate con foglio di via obbligatorio.

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Asse chiuso alle due ruote, protesta fuori e dentro Palazzo degli Anziani Successivo Ex miniera Cabernardi diventa museo