Campionati nazionali di cucina, l’Alberghiero Buscemi quarto in Italia

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

San Benedetto, 22 marzo 2016 – Quarto posto alla prima edizione dei Campionati di cucina italiana, nella speciale sezione riservata agli allievi degli istituti alberghieri. È il risultato ottenuto domenica a Brescia da Luca Lanciotti, studente al quarto anno dell’Istituto Alberghiero Buscemi di San Benedetto, preparato e accompagnato dal prof. Alessandro Capriotti. Lanciotti aveva già vinto la selezione tra tutti gli istituti regionali, lo scorso 30 gennaio a Loreto. Rappresentava quindi le Marche in finale, ed è riuscito a sfiorare il podio della manifestazione organizzata dalla Federazione Italiana Cuochi. Nell’ora a disposizione da regolamento, lo studente del Buscemi ha preparato una ricetta a base di gambero, sgombro e baccalà, ingredienti rappresentativi della tradizione culinaria sambenedettese: il piatto si presentava con un tortello ripieno di una tartare di baccalà, accanto al gambero precedentemente messo in infusione con zafferano e farina di carrube, e allo sgombro su base di brodetto alla sambenedettese su ciuffi di crespigne; contorno e decorazioni con julienne di carciofi, pomodorini, topinambur e fiori di borragine. Grande soddisfazione naturalmente per lo studente, il suo docente e la preside della scuola, Manuela Germani che ha commentato: «Un bellissimo ed eccezionale quarto posto! Ragazzo e insegnante sono bravissimi!». La scuola, peraltro, si appresta ad almeno due grandi iniziative nei prossimi mesi: Christmas in Europe nella settimana precedente il Natale, quando 250 studenti di trenta istituti alberghieri europei ed extraeuropei saranno ospitati in città, per presentare piatti tipici dei rispettivi paesi, sia a scuola, sia all’interno di stand da allestire in città. Il 17 maggio si svolgerà invece il terzo appuntamento del «ristorante dei cinque sensi», dedicato alla vista, nell’ambito del progetto «turismo sostenibile», per l’integrazione scolastica e il potenziamento delle abilità degli alunni disabili e non solo. L’appuntamento è aperto a tutta la cittadinanza, naturalmente entro il limite di circa 150 posti, quanti ne può contenere il «ristorante» all’ultimo piano del Buscemi. L’ultimo appuntamento è al momento solo un orizzonte: durante il prossimo anno scolastico, infatti, l’Istituto festeggerà i quarant’anni dalla fondazione: la scuola è nata come coordinamento di una scuola di Senigallia, poi di Pescara, prima dell’agognata autonomia. Giovanni Desideri

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Bruxelles, scampato agli attentati perché si è svegliato tardi «A quell'ora dovevo essere nella metro» Successivo FABRIANO SI STUDIANO NUOVE FUSIONI DI COMUNI