Cancellati 33 parcheggi in centro. Così si liberano i musei dalle auto…. (e si liberano dei residenti…..)

IL BORGHIGIANO 2013

Gentilissimi lettori, spero vivamente che non si cancellino oltre i parcheggi anche i residenti…… e pur vero che come in realtà a noi vicine ( ancora è oscuro il motivo per il quale non ci siamo mai confrontati sia per l’urbanizzazione storica sia per confluire il bramato turismo sia con Gubbio, Gualdo Tadino, Assisi ma questa è un altra storia), i residenti entrano ed hanno dei spazi stabiliti per parcheggiare, alcuni anche con un abbonamento annuo. Domanda, perchè non riesco a capire cioè si lasciano i posti solo di notte? Un residente nella stagione invernale si riveste, scende e va a prendere la macchina a Vetralla (dove parcheggia di solito) per ritornare a parcheggiare nel raggio di 200-300 m. da casa? Penso che sia ovvio che, di notte parcheggeranno solo le persone che andranno per ristoranti o per pub….. e saranno (di nuovo come sempre) penalizzati i residenti e non solo, ma quelle persone che di giorno entrano con la propria autovettura fin dentro il negozio trattando il negozio come un Mcdrive, loro potranno parcheggiare anche di giorno? Beati loro. Oltre che dei “Mille passi in centro”, bisognerebbe aver cura anche dei “Mille residenti in centro”.

IL BORGHIGIANO

Fonte IL RESTO DEL CARLINO
Fonte IL RESTO DEL CARLINO
Precedente Tecnowind ceduta. Entra Roberto Cardinali, pacchetto ceduto al prezzo simbolico di un euro Successivo Riccardo Nencini: Lo stato deve intervenire