Canone Rai in bolletta, ecco cosa può accadere a chi non lo ha mai pagato

Rai

IL BORGHIGIANO FABRIANO IL BLOG DELLE MARCHE- Il canone Rai, a partire dal 1 gennaio 2016, si pagherà insieme alla bolletta della luce, ma questa non è una novità. Un cambiamento che invece potrebbe arrivare in merito è una sanatoria degli arretrati. In pratica si sta sviluppando il timore, tra gli utenti, che si possa procedere con la riscossione anche dei precedenti anni di canone non pagato, per un massimo di 10 anni.

Il pagamento del canone in bolletta è una sorta di autodenuncia e di ammissione di colpevolezza. La nuova legge, infatti, opera una “presunzione automatica” di possesso della tv per quanti hanno anche un contratto di abbonamento all’energia elettrica.

Per quanto attiene, dunque, al mancato pagamento dei canoni relativi agli anni precedenti, essendo il canone Rai un’imposta, per giurisprudenza si può richiedere il pagamento dei 10 anni precedenti, oltre i quali c’è la prescrizione. Su accertamento della Guardia di Finanza può inoltre essere comminata una sanzione amministrativa di importo compreso tra 103,29 e 516,45 euro.

Notizia riferita dal Corriere Adriatico

credit foto by http://www.eticamente.net/

Precedente Gli «sputapalline» controllavano il mercato della droga Successivo Ascoli, mille alunni sfidano il freddo per festeggiare il Carnevale in piazza