Caos vigili, ispezione ministeriale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 19 dicembre 2015 – Ispezione ministeriale in Comune e al Comando della polizia municipale di Ancona. A chiederlo attraverso un’interrogazione parlamentare è stata la Deputata del Movimento 5 Stelle, Donatella Agostinelli. Il casus belli è stata la decisione dell’amministrazione comunale di avviare due procedimenti disciplinari nei confronti degli agenti della stessa municipale che la procura aveva inviato a Osimo per effettuare il primo arresto nell’ambito della vicenda sui presunti vigili urbani assenteisti.

Parole taglienti come lame: «L’obiettivo – afferma il consigliere comunale di Ancona, Andrea Quattrini – è fare chiarezza sul comportamento del Comune di Ancona in relazione alla vicenda dei vigili urbani presunti assenteisti per la quale sono in corso procedimenti giudiziari. Non appare chiaro per quale motivo il Comune abbia adottato provvedimenti diversi tra i vari attori della vicenda, apparentemente tutelando gli accusati e mettendo sotto accusa i denuncianti; il Movimento chiede anche al Ministero se non sia opportuno avviare un’attività ispettiva anche alla luce delle notizie apparse sulla stampa della presenza di ‘una cupola all’interno del comando dei vigili urbani’; vogliamo chiarezza e tutelare l’immagine del corpo di polizia municipale, mai difeso pubblicamente né dal sindaco e né dalla giunta, dalle eventuali responsabilità di pochi».

In parte i vertici del Comune sembrano aver cambiato idea, visto che i due provvedimenti disciplinari, emessi nei confronti del maggiore Marco Caglioti, dirigente della sezione di Pg della municipale, e dell’agente Daniele Gambini, sono stati archiviati. Caglioti nel mese scorso aveva visto archiviato anche il fascicolo penale in merito alla querela presentata dal tenente Mauro Mancini che è tra gli indagati dell’inchiesta.

Il Comune lo aveva motivato col fatto che l’agente era uscito dal territorio comunale di competenza (Osimo) per arrestare Mancini. Che dire allora di quanto era accaduto nell’agosto del 2014, quando una squadra della municipale si era recata al porto di Numana per far scattare un servizio contro i bivacchi a Mezzavalle. Siamo entrati in possesso della foto di quella missione, scattata poco dopo ferragosto 2014. Al centro dell’immagine c’è il comandante della municipale, Massimo Fioranelli, in borghese, che guidava il gruppo. La barca era stata affittata dalla protezione civile di Numana, quindi fuori territorio di competenza e pare non ci fosse neppure la copertura della convenzione.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Fuga dall’ospedale: inseguito e preso Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-