Carabinieri Fabriano – La compagnia affidata a Boccolini. Iurlaro: pace sociale garantita nonostante la crisi

IurlaroFABRIANO Cambio della guardia alla Compagnia dei carabinieri di Fabriano. Il maggiore Benedetto Iurlaro lascia dopo sette anni di servizio in città per assumere il comando della compagnia di Jesi. Al suo posto, subentra il capitano Mirko Boccolini, marchigiano proveniente da Rieti. Tantissime le operazioni che sono state portate a compimento durante gli anni di reggenza di Iurlaro. Ingenti sequestri di droga, con un occhio particolare al contrasto allo spaccio e al consumo fra i minorenni della città. Ma sono stati presi di mira anche i vandali che spesso sono andati a rovinare la tranquillità del centro storico e non solo. Per la prima volta è stato contestato il reato di associazione mafiosa. Ancora, tanti controlli sulla movida cittadina. Molto radicata la presenza nelle numerose frazioni cittadine per prevenire i furti in abitazione. Nel corso di questi anni, il maggiore Iurlaro ed i suoi carabinieri hanno risolto casi di omicidio che hanno destabilizzato la tranquilla Fabriano. «Una città che mi ha dato tanto», le parole di Iurlaro a poche ore dalla sua partenza in direzione del nuovo incarico a Jesi. «Nonostante la crisi economica siamo riusciti con la collaborazione di tutti, a salvaguardare la pace sociale e questo è forse il risultato che mi sta più a cuore. Rimarrò sempre legato a Fabriano ed ai suoi abitanti». Con lo spirito di chi ha a cuore la sicurezza dei cittadini «che mi recherò a Jesi per prendere il comando della Compagnia. Auguro a tutti, in primis al mio successore, di poter proseguire nell’attività di contrasto di tutti i reati per salvaguardare l’integrità di Fabriano». Notizia riferita da Claudio Curti sulle pagine del Messaggero

Precedente Comune Ancona, 60% obiettivi raggiunti Successivo Ritrovato al cimitero quadro rubato