Carabinieri in azione contro lo spaccio di stupefacenti nelle scuole

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Macerata, 6 novembre 2014 –  I Carabinieri della Compagnia di Macerata hanno effettuato questa mattina un servizio straordinario di controllo finalizzato al contrasto dello spaccio e del consumo degli stupefacenti nelle scuole medie e superiori. I cani impiegati hanno passato al setaccio centinaia di zaini di altrettanti ragazzi Nell’ambito dell’operazione sono stati impiegati i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile con quelli della Stazione CC di Macerata, di Treia, di Corridonia, di Mogliano, di Pollenza con le unità cinofile del Nucleo Carabinieri di Pesaro. Ottimi i risultati ottenuti sia sul piano operativo che informativo.

I militari hanno ispezionato le aule di alcuni tra i più grandi Istituti Scolastici superiori di Macerata e di Corridonia. I carabinieri hanno fatto ingresso nelle classi durante le lezioni dell’Istituto Tecnico Costruzioni Ambiente e Territorio “Bramante”, dell’Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici “Pannaggi” e dell’Istituto Professionale per Industria e Artigianato “Corridoni” di Corridonia e controllato palestre, bagni e locali ed i ragazzi, incontrando così oltre 50 classi e un migliaio di studenti. Durante i posti di controllo alla circolazione stradale, posti all’esterno delle scuole sono stati controllati i conducenti e passeggeri di decine di autovetture e motocicli. I carabinieri non hanno riscontrato violazioni al Codice della Strada ma hanno identificato, tra gli altri, una decina di ragazzi che non sono entrati a scuola.

È stato presidiato dai Carabinieri anche il terminal bus di piazza Pizzarello, e sono stati controllati con le unità cinofile altri ragazzi all’uscita di scuola. I controlli antidroga, che sistematicamente vengono attuati sul territorio dai militari della Compagnia Carabinieri di Macerata, premiano l’impegno che i militari dell’Arma profondono sistematicamente per prevenire e contrastare l’uso di stupefacenti sia in termini repressivi arrestando gli spacciatori (circa 130 arresti per spaccio e detenzione di stupefacenti negli ultimi tre anni) che in termini preventivi come nel caso di oggi controllando gli studenti ed ispezionando gli Istituti Scolastici.

Operazioni peraltro fortemente volute dai genitori, dai docenti e dai dirigenti scolastici Maceratesi. Il fenomeno del consumo e dello spaccio di stupefacenti è purtroppo molto esteso e interessa particolarmente anche i minori nella fascia di età tra i 13 e i 17 anni. A Macerata e nei paesi vicini, da inizio 2014, i Carabinieri della Compagnia del capoluogo hanno denunciato dai 20 giovani di cui 6 minorenni per spaccio e detenzione di hashish, eroina e marijuana.

Gli Insegnanti e i Dirigenti Scolastici, molto sensibili al fenomeno, hanno apprezzato l’intervento dei Carabinieri, manifestando gratitudine per la mattinata trascorsa nelle scuole con i loro alunni. Allo stesso modo sono giunte in strada numerose attestazioni di riconoscenza dei genitori che avevano accompagnato i figli a scuola sorpresi dal vedere i carabinieri, hanno apprezzato l’iniziativa dell’Arma richiedendo di effettuare simili controlli più spesso. Dall’inizio del 2014 la Compagnia CC Macerata con il NORM e le Stazioni e l’ausilio del Nucleo Cinofili hanno controllato le aule di 14 istituti scolastici, medie e superiori, della zona.



 

Precedente PO, protocollo intesa per salute genere Successivo Contratti di assunzioni alla Start ​Blitz della Guardia di Finanza