Carnevale Fano 2015, completato il programma. Tanti eventi tra spettacoli, cultura e risate

fano carnevale

(Fonte foto FANOINFORMA)

FANO – Sarà un Carnevale ricco di gusto e di tradizioni, ma anche di immagini, di colori e di allegria. Quello di Fano del 2015 sarà un Carnevale all’insegna della risata che nel momento più acuto di crisi economica, lancerà l’invito a ridere per stare bene.

Oltre ai tre grandi corsi mascherati, in programma l’1, l’8 e il 15 febbraio, nei quali sfileranno i giganti di cartapesta realizzati dai maestri carristi, il programma ormai completato prevede tantissimi eventi collaterali. Il primo è il 29 gennaio, al Caffè del Pasticciere dove verrà inaugurata la mostra personale dell’artista Samanta Bartolucci, realizzatrice del carro allegorico dedicato alla Musica Arabita, dal titolo “La donna e l’amore”. Il 31 gennaio al Teatro della Fortuna andrà in scena lo spettacolo dei comici del San Costanzo Show “Non aprite quella sporta”, dedicato allo scomparso attore Peppe Nigra.

Domenica 1 febbraio partirà quindi il primo corso mascherato con la formula collaudata del Carnevale dei nonni e dei bambini al mattino lungo viale Gramsci. Il 4 febbraio l’osteria Dalla Peppa organizza “La Maialata”, che rievoca la macellazione del maiale. Nel corso mascherato dell’8 febbraio ci sarà l’animazione dei maestri della risata che praticano lo yoga del medico indiano Madan Kataria per il benessere del corpo e della mente.

Il giovedì grasso si festeggia il 12 febbraio con al mattino momenti di festa nelle case di riposo e nel reparto di pediatria dell’ospedale Santa Croce, per passare nel pomeriggio alla festa in piazza animata dal Paese dei Balocchi, mentre a teatro andrà in scena il musical Peter Pan della scuola Capogiro Dance & Theatre. La sera del 16 febbraio ci sarà il convegno sulla risata: “Una risata vi libererà. Ultimo giorno utile per imparare a ridere”, che metterà a confronto le esperienze dello yoga della risata, della clownterapia e del San Costanzo show.

Il Carnevale si chiuderà martedì grasso, 17 febbraio, con il corteo rievocativo “El va” dal Pincio per arrivare in Piazza Venti Settembre dove si saluterà la festa con il rogo del Pupo.

FONTE ARTICOLO IL CORRIERE ADRIATICO

Precedente Ancona, rubata la mitica Vespa di Giampaolo Milzi il giornalista disperato Successivo MAGNINI E PELLEGRINI BATTEZZANO FISIOCLINICS