Carnevale, in 30mila per far festa attorno ai carri

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Fano, 1 febbraio 2015 – Buona la prima. Parte bene il Carnevale di Fano con la prima sfilata che, nonostante una temperatura rigida e un cielo grigio, è stata un bel crescendo fino alla spettacolare «luminaria», la parte più d’effetto scenico, purtroppo appannaggio solo di che è rimasto sino alla fine.

I tre botti canonici e migliaia di coloratissimi «prendigetto» hanno segnato la partenza del corso di fronte a un pubblico che ha via via riempito viale Gramsci, calcolato tra le 25-30mila persone.

Osservata l’ordinanza di non usare ombrelli e bombolette spray, che ha soddisfatto il sindaco Massimo Seri: «Ringrazio tutti per questa bella risposta di civiltà. Le migliaia di persone presenti hanno testimoniato il valore del nostro Carnevale, dei maestri carristi e di quanti da mesi sono impegnati a realizzare questo storico appuntamento così amato».

Ad aprire gli sbandieratori de «La Pandolfaccia» e il «Pupo» Pinocchio, un sindaco «Bugiardon». I carri piccoli «Te dag el Brudett» che promozionava il Festival del Brodetto, evento irrinunciabile dell’estate fanese, le mascherate a piedi «I Minion» dell’associazione «Laboratorio Geniale»; quella in gommapiuma dei pinguini, delfini e simili di «Costa Parchi» realizzata dal «Laboratorio Geniale» e Daniele Mancini Palamoni, «Caccia Grossa» di Acqualagna e «Le Bici» di Montegranaro.

Poi i giganteschi carri di prima categoria, alti 18 metri, imponenti e animati da indovinate coreografie, a iniziare dai due disegnati e realizzati da Matteo Angherà e Luca Vassilich: «Halloween Circus Party 2015» su cui sventolava un tricolore con un riferimento «beneaugurante» al neo Presidente della Repubblica Mattarella e «La Forza delle Maschere», inno d’amore al carnevale. Suggestiva l’animazione e il carro «Le Battaglie del Metauro» realizzato da Paolo Furlani e da «Gommapiuma x caso».

A chiudere la sfilata «…Nel paese delle Meraviglie», disegno e realizzazione di Ruben Eugenio Mariotti, in cima al quale troneggiava il gigantesco e realistico «testone» del premier Renzi e il carro della «Musica Arabita» con su la «Borghetti Bugaron Band» e il suo inno del Carnevale.

I premi. Il Concorso miglior palco mascherato è stato vinto da «What’s Appa» (palco 37, 38, 39), seguito dal dolcissimo «Tiramakì» (32, 33) e da «I love Spritz» (34, 35).

I premi della Lotteria solidale del Carnevale: 1° premio: serie Beppe Nappa numero 423 vince buono spesa da 250 euro al Conad Sant’Orso-Flaminio; 2° premio: serie Rugantino numero 454 vince una city bike «Bargnesi di Cascioli»; 3° premio: serie Scaramuccia numero 411 vince prodotti dell’Azienda Agraria Guerrieri. Il biglietto è valido anche per l’estrazione finale di martedì 17 febbraio con in palio una Opel Corsa. «Siamo felicissimi – ha detto il presidente della Carnevalesca Luciano Cecchini – di come è andata. Speriamo di ottenere lo stesso affetto anche nei prossimi appuntamenti».



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente America America: Filippo Magnini si diverte al casinò Successivo Partorisce quattro gemelli ​tre bambine e un maschietto