Carnevale, si insedia la Giunta: "Aboliamo tutte le tasse"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Fano (Pesaro e Urbino), 14 febbraio 2015 –  Eliminare tutte le tasse, alzare una barriera di 7 metri sull’Adriatico per contrastare le burrasche con l’immagine del mare calmo, trasformare i Passeggi in un parcheggio, raddoppiare gli ospedali di Fano, trasformare l’ex caserma Paolini per metà in toilette pubbliche e per metà in Museo del Giocattolo e riattivare la Zecca del Comune per coniare la nuova moneta “El Carnevalon”. Sono solo alcune delle idee varate ieri mattina dalla “Giunta del Carnevale” (foto) che si è insediata nell’ufficio del sindaco della Città del Carnevale Luciano Cecchini, nella residenza municipale.

E’ stato proprio il primo cittadino (investito della carica l’altroieri pomeriggio dal presidente del Consiglio comunale Renato Claudio Minardi) che governerà la città fino al martedì grasso, a presentare i suoi assessori ai fanesi, esperti della risata e provenienti dalle compagnie dialettali fanesi e dal San Costanzo Show.

Perché ridere è una cosa seria, come il Carnevale che con la sua Lotteria negli ultimi anni ha erogato alla mensa dei poveri di San Paterniano, 100mila euro. E poi ridere è rivoluzionario. ”Siamo partiti con 7 assessori ma gli impegni sono tanti e chissà che non se ne debbano aggiungere degli altri” ha detto il sindaco che possiede anche la delega “al Carnevale”. “A bilancio prevediamo 1,5 milioni di euro per il Carnevale, che durerà 12 mesi e, dedicato a chi non ama la nostra manifestazione, abbiamo previsto un bus-navetta che da Fano collegherà l’Eremo di Monte Giove” ha scherzato il sindaco.

Vicesindaco è Rosa Della Cecca che si è detta da subito “disponibile” a incontrare i cittadini. Filippo Tranquilli, è l’assessore con delega a Cultura, Turismo, Eventi e Manifestazioni e Mobilità Urbana che ha proposto di “ripristinare la legge che istituisce il diritto al Gioco” e predisporre un tunnel che dall’ex caserma Paolini, da “rubare” al Demanio conduca alla Memo, alla Federiciana e al Teatro della Fortuna su cui proiettare le bellezze della città in 3D”.

A Simone Diotallevi le deleghe alla Sanità, Polizia municipale, Partecipate: “Ho già contattato il ministro per la difesa americano, il collega Chuck Hagel per la consegna di una portaerei da posizionare a Fosso Sejore dove collocare l’ospedale unico su cui ci saranno posti letto, vista mare, garantiti”.

Giorgio Falcioni riveste il ruolo di assessore alle Politiche Sociali, Pari Opportunità, Servizi Demografici, Cimiteriali: “Gli anziani saranno i veri protagonisti della città, tramite l’aiuto del mio cugino dietologo saranno somministrate cene a base di polenta, fagioli e salsiccia per migliorare la loro salute e tombe girevoli, come i girasoli. Il tutto senza clientelismi”.

Il Carnevale non rispetta le quote rosa. L’unico assessore donna è Vittoria Lettieri che si occupa di Servizi educativi, Ambiente ed Ecologia Urbana, Pace, Memoria e Legalità: “I fanesi dovranno lasciare le auto nei garage. A tutti il Comune distribuirà scarpe da trekking per spostarsi da un capo all’altro di Fano”. Mentre Lucio Signoretti si è visto assegnare le deleghe al Bilancio, Tributi, Patrimonio: “Basta con il Patto di stabilità. Il nostro slogan è ‘Più soldi meno tasse’ che abbiamo deciso di abolire integralmente. Daremo nuova vita alla Zecca di Fano che conierà, per tutti, la nuova moneta, ‘El Carnevalon'”.

Referente del Verde Pubblico è invece Florindo Piccini che ha deciso di “trasformare in parcheggio quei due corridoi chiamati Passeggi gettando del diserbante sull’area. Realizzeremo 7-8 piscine, allargheremo il corso di qualche metro e chiuderemo i fossati. Per contrastare la furia degli elementi costruiremo un muro alto 6-7 metri con sopra riportato l’immagine di un mare calmo”.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Offida, ragazza precipita durante il «Bove finto» Successivo L’onda lunga del passato: trovate due bombe sulla spiaggia di Fiorenzuola di Ficara