Caro sindaco ti scrivo

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 20 dicembre 2015 - Considerando che è da parecchio tempo che non crediamo in Babbo Natale, la tradizionale letterina la scriviamo direttamente al sindaco Mancinelli. Innanzitutto nessun regalo, ma opere di bene per la città. Tre precisamente. La prima: il decoro. Caro sindaco, se avesse voglia di farsi un giro per il centro storico, si accorgerebbe che il degrado oramai è la cifra stilistica che lo contraddistingue e capirebbe anche che non è un’invenzione dei giornali bacchettoni, né di certi anconetani capaci solo di lamentarsi.

La seconda: le idee. Basterebbe poco per ridare vita a una città da troppo tempo ingrigita, piegata su stessa, incapace di tornare a fare da traino al resto della regione, come il suo ruolo di capoluogo richiederebbe. Ecco, qualche intuizione non guasterebbe tanto per ridare antichi sussulti alla Dorica. E non stiamo parlando solo del Natale show di Pesaro. La terza: pace sociale. Caro sindaco, possibile che appare sempre in guerra con tutti? Per quanto ci riguarda noi siamo sempre gli stessi: bacchettate se servono, elogi se meritati (bello il progetto per piazza della Repubblica e Spina dei corsi). In fondo è Natale, e siamo tutti più buoni. Amen.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente "Piccola Chiara, non te ne andare". Lo strazio della famiglia al funerale Successivo I led alla luce del sole