Cartoceto, va in scena la ‘Scuola multimediale di protezione civile’

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Lucrezia di Cartoceto (Pesaro), 8 maggio 2015 – Vigili del fuoco, Croce Rossa, unità cinofila di protezione civile, corpo forestale, Centro Marchigiano Antincendio e protezione civile comunale e regionale (FOTO). Dispiegamento di forze questa mattina al parco centrale di via Della Repubblica, a Lucrezia di Cartoceto, non per un’emergenza reale, per fortuna, ma per l’interessantissima iniziativa denominata ‘Scuola multimediale di protezione civile’.

Un progetto partito dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile a cui hanno aderito 18 istituti comprensivi in tutta Italia, tra cui il ‘Marco Polo’ di Cartoceto, unico della provincia di Pesaro e Urbino. Per tutta la mattinata, grazie a questa iniziativa organizzata dal Comune e dal gruppo comunale di protezione civile presieduto da Maurizio Vincenzi, i 300 alunni delle scuole elementari del ‘Marco Polo’ hanno potuto imparare ‘sul campo’, seguendo le simulazioni e le spiegazioni dei professionisti del soccorso, come si interviene in caso di incidenti, calamità naturali, incendi ecc.

«Rivolgo un doveroso ringraziamento – ha detto al termina il sindaco Enrico Rossi – per la loro preziosa collaborazione ai vigili del fuoco di Fano, alla Croce Rossa di Fano, all’unità cinofila dell’associazione di protezione civile ‘Enrico Mattei’ di Fano, alla Cma di Barchi e Mondavio, al comando di Cartoceto del Corpo Forestale dello Stato e al gruppo comunale di protezione civile per il loro prezioso contributo. Un grazie anche ai gruppi di protezione civile comunale di Montemaggiore al Metuaro e Serrungarina. Progetti come questo sono di fondamentale importanza per far crescere al meglio le nuove generazioni. Un plauso al nostro istituto comprensivo per essere stato tra i 18 d’Italia ad aderire». La giornata, molto apprezzata dagli alunni, si è conclusa con una spettacolare simulazione di crollo di un muro e il salvataggio, con l’ausilio dei cani dell’unità cinofila fanese, di due persone rimaste intrappolate sotto le macerie.

 



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente La Festa dell’Europa conquista la città Successivo Sassocorvaro, Rosanna Lambertucci presenta il suo libro sulla morte del marito