Caserma di via Flacco al freddo: "Caldaia senza manutenzione"

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 22 ottobre 2015 – In Questura, o meglio negli uffici dell’immigrazione in via Flacco, lavoreranno al freddo per tutto l’inverno. Lo denuncia Pierpaolo Frega della Silp Cgil: «Con l’arrivo della stagione invernale, per ogni famiglia si pone il problema di ripristinare la funzionalità degli impianti di riscaldamento, manutenzione della caldaia con annesso bollino verde, insomma tutti quegli adempimenti che sono necessari a garantire efficienza confort e rispetto delle normative vigenti. Ecco tutto ció che dovrebbe essere normale, negli uffici della Divisione Personale e Ufficio Immigrazione della Questura di Pesaro non è previsto».

«Il palazzo – scrive il sindacalista di polizia – che è sotto sfratto poiché dapprima cartolarizzato dalla Provincia, è stato ceduto ad una società incaricata di venderlo. Complice questa situazione e la proroga dei termini di sfratto, le spese di manutenzione sono state di fatto azzerate, anche in virtù della riduzione di funzionalità delle Province ed il loro lento completo svuotamento economico. Da un paio d’anni dopo che le prime cisterne interrate per il gasolio da riscaldamento si erano rotte con la dispersione dei liquidi nel terreno e infiltrazioni d’acqua nelle caldaie, furono poste in opera in via provvisoria due cisterne esterne, con buona pace anche di criteri minimi della sicurezza anche per i palazzi circostanti. Senza manutenzione, visto l’importo di zero euro disponibili, poco prima dell’estate anche queste due cisterne provvisorie, esposte agli eventi climatici, hanno cominciato a creparsi e a disperdere gasolio. La Provincia ha fatto rimuovere le cisterne, lasciando di fatto un mini serbatoio disponibile, che non soddisfa certo le esigenze della struttura».

Con l’inverno alle porte – conclude la nota del segretario provinciale Frega – più di una volta lavoratori e cittadini, molti immigrati impegnati a fare i permessi di soggiorno, anche con i figli, troveranno uffici freddi ed inospitali, perché la capienza del serbatoio lasciato in uso è insufficiente a garantire una continuità per il riscaldamento. Ci chiediamo cosa dobbiamo fare per sollecitare la provincia a prendersi cura anche parzialmente del personale della Polizia e dei cittadini che usufruiscono dei suoi servizi? Non chiediamo miracoli ma solo il rispetto della dignità».

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Va in ospedale per una visita, muore il giorno dopo in reparto Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-