Cattivi odori a Falconara. Ora indaga anche il Noe

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Falconara (Ancona), 9 novembre 2014 – I cattivi odori che da mesi ammorbano Falconara finiscono sotto la lente dei carabinieri del Nucleo operativo ecologico di Ancona, che stanno raccogliendo testimonianze e documenti per risalire alla fonte delle emissioni odorigene e per stabilire se il fenomeno sia conseguenza di un reato ambientale.

Le indagini dei militari del Noe, guidati dal comandante Vincenzo Marzo, sono ancora alle prime battute, ma già i carabinieri hanno interrogato alcune persone, acquisito documenti al Castello, in particolare dall’Ufficio ambiente del Comune, per una statistica delle segnalazioni e si sono rivolti all’Arpam per ottenere i risultati dei campionamenti più recenti e i dati delle centraline che monitorano la qualità dell’aria a Falconara.

I carabinieri si sono mossi dietro le sollecitazioni del gruppo di persone che, nei mesi scorsi, hanno creato la pagina Facebook ‘Segnalazioni aria maleodorante Falconara/Castelferretti’, divenuto ormai una sorta di associazione. A rendere necessari i controlli del Noe, il fatto che nelle ultime settimane le segnalazioni siano diventate sempre più frequenti, fino a venerdì, quando il centralino del Comando di polizia municipale è diventato incandescente.

Se nei mesi scorsi le segnalazioni arrivavano prevalentemente da Castelferretti, nelle ultime settimane le proteste si concentrano nella zona centrale e collinare di Falconara, fino a Palombina Vecchia. Sul gruppo ‘Segnalazioni aria maleodorante’ le segnalazioni si impennano dalla fine di ottobre e venerdì è stata la giornata senza dubbio più critica: i cattivi odori sono stati avvertiti dal mattino fino all’ora di cena, da zone diverse a partire dalla costa per arrivare fino a Falconara Alta.

Una maestra della elementare Dante Alighieri ha riferito di aver tenuto le finestre chiuse proprio per evitare che entrasse l’odore di ‘gas’, mentre a mezzogiorno i cattivi odori sono stati segnalati da Palombina Vecchia. Alle 13, le proteste sono arrivate dai genitori che hanno aspettato i figli davanti alla scuola media Ferraris, che hanno avvertito odore di idrocarburi.



 

Precedente IL METEO DI OGGI A FABRIANO -by il Borghigiano- Successivo Entra a folle velocità nella rotatoria Sbanda e si schianta sulla Statale