"C’è odore di gas, mi dia l’oro": anziana derubata in casa

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Jesi (Ancona), 3 febbraio 2015 – «Signora, dovrei controllare le condutture dell’acqua e del gas, ci risultano delle anomalie». Ragazzo sulla trentacinquina, vestito con il giubbino arancione che utilizzano gli operai nei cantieri, entra in casa di una 80enne, apre rubinetti dell’acqua e del gas e la deruba di tutto l’oro che aveva in casa.

Una volta entrato in casa con la scusa di dovere controllare le tubature idriche e del gas, il giovane in perfetto italiano ha invitato la signora a mettere in una busta tutti gli oggetti metallici che aveva in casa, perché il gas (di cui in effetti si sentiva il cattivo odore) li avrebbe danneggiati. L’anziana vedova ha seguito i ‘consigli’ lasciando la busta con i gioielli su tavolo e uscendo poco dopo sul pianerottolo come l’aveva invitata a fare il giovane ‘premuroso’. Ma in pochi istanti del falso operatore, così come dell’oro (poche centinaia di euro il valore), non c’era più alcuna traccia. Gli agenti del locale commissariato, diretto da Antonio Massara, sarebbero sulle tracce del giovane di cui c’è un preciso identikit.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Una maxi-tartaruga salvata da un peschereccio Successivo Prende fuoco l'auto a gas ​Terrore sulla Statale Adriatica