Chiede un numero aziendale, gli danno quello dell’ospizio

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Porto San Giorgio, 4 dicembre 2014 – È una situazione a dir poco paradossale quella in cui si è venuto a trovare il titolare del locale Burger Hill di via Borgo Costa, Simone Steca, a causa dello strano comportamento di un gestore della telefonia mobile. «Da un mese e mezzo – protesta Steca – siamo bloccati: senza Dsl, senza Pos per i pagamenti, senza telefono e senza poter cambiare gestore. Il tutto per un errore. Per noi che lavoriamo anche su prenotazione telefonica è un problema e un danno enorme». Cosa è successo? «Il 20 ottobre abbiamo chiesto al nostro gestore di avviare una pratica per una richiesta di subentro, volevamo cambiare il contratto da privato a contratto aziendale, conservando lo stesso numero di telefono. Una banalità». Invece? «Il gestore si è sbagliato e ha trattato la pratica come cessione». Lei se n’è subito accorto? «Ovviamente sì, l’ho fatto presente al titolare del negozio a Porto San Giorgio, il quale ha ammesso l’errore e mi ha chiesto scusa, assicurandomi che avrebbero risolto la questione nel giro di 24-48 ore. Invece…» Cos’è successo? «Da quel momento è cominciato un vero e proprio calvario: la settimana scorsa ci hanno assegnato un nuovo numero, ma era stato di un’altra utenza. Da quello che ho potuto capire di un istituto di ricovero. Si può facilmente immaginare il tipo di telefonate che abbiamo ricevuto. Ho protestato ancora e ricevuto altre scuse con l’attribuzione tre giorni fa di un altro numero. Anch’esso, però, proveniente da un’altra utenza, in questo caso privata, e pure in questo caso ce ne sono derivati dei problemi». Il titolare del Burger Hill riferisce inoltre di aver stampato e diffuso per tutto il Fermano materiale pubblicitario del suo esercizio di ristorazione con il suo numero telefonico, però non più funzionante. Ha provato anche a cambiare gestore, ma non gli è stato detto che non avrebbe potuto conservare il numero, perché il suo gestore lo teneva bloccato. «Una vicenda assurda – commento di Steca – che mi sta facendo perdere tempo e provocando gravi danni per i quali non esiterò a chiedere il risarcimento».

Silvio Sebastiani



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

I commenti sono chiusi.