Chiude l’asilo nido ‘Pollicino’, genitori sul piede di guerra

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Spinetoli (Ascoli Piceno), 12 novembre 2014 - Brutte notizie per i residenti di Pagliare: l’asilo nido ‘Il Pollicino’ è a un passo dalla chiusura e i genitori sono nei guai. Ad annunciar quella che per molte famiglie è un vero disastro sono gli addetti ai lavori, l’asilo, infatti, è gestito dalla cooperativa sociale Ucof in collaborazione con il Comune. Ma le cattive notizie per la cittadinanza, già alle prese con l’aumento di tasse e imposte comunali e i tagli varati dal governo centrale, non finiscono qui. Un importante servizio, una consolidata esperienza cittadina non ci sarà più e questo avrà significative ripercussioni sul già martoriato welfare locale e sulle famiglie e sulle persone.

Dopo 20 anni di attività, che hanno permesso di dare vita al centro per l’infanzia nella zona artigianale di Pagliare che veniva descritto come un fiore all’occhiello, oggi la cooperativa che sembra si sia trovata sola a fronteggiare le spese, senza il contributo degli altri enti, non avrebbe più fondi per fronteggiare la situazione e quindi ha deciso di chiudere i battenti. Dopo alcuni incontri tra sindacati, la cooperativa che gestisce l’asilo, l’Ambito territoriale e il Comune la decisione di chiudere la struttura sembra inarrestabile. Una decisione ha squarciato la tranquillità delle famigliole del centro della media vallata del Tronto.

I genitori continuano a manifestare tutti i dubbi e le perplessità e minacciano azioni eclatanti. Sono sul piede di guerra e si sono recati dal sindaco Alessandro Luciani al quale hanno illustrato le problematiche che, con ogni probabilità, determineranno l’imminente chiusura del nido.

Il primo cittadino ha spiegato che il Comune oramai non ha più nulla a che fare con la scuola, anche se l’arredo dell’asilo è di sua proprietà. I genitori chiedono allora che la cooperativa faccia un passo indietro per permettere che una nuova si faccia avanti e ridia vita all’asilo ‘Il Pollicino’. Le mamme non si danno pace e minacciano azioni eclatanti.

«Da anni – hanno dichiarato – siamo alle perse con i problemi di questo asilo; ci sono stati alti e bassi, abbiamo iscritto i nostri figli qui perché eravamo soddisfatti del lavoro delle insegnanti e della cuoca, a cui va il nostro rispetto e il nostro grazie, ma anche tutta la nostra solidarietà perché nei prossimi giorni saranno senza lavoro. Quello che proprio non riusciamo a comprendere è come si possa lasciare bambini così piccoli in mezzo alla strada. I bambini non possono essere barattati come merce, per scongiurare la chiusura è necessario un accordo tra cooperativa comune e Ambito territoriale».



 

Precedente Vampiri di gasolio colti sul fatto e arrestati Successivo Ascoli, Comune senza liquidità chiede 13 milioni a Unicredit