«Ci guiderai da lassù angioletto». Straziante addio a Leonardo Natali

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Petriolo (Macerata), 11 giugno 2011 – «Non ti abbiamo mai visto piangere, neanche nei momenti più brutti, e ora continua a insegnarci a sorridere e a vivere da lassù. Non te lo meritavi e ci mancherai tanto, ma abbiamo capito che per te è stato meglio così. La tua forza è più grande della tua assenza, sappiamo che ci guiderai angioletto», così i «cari bravi ragazzi», come li chiamava lui, i suoi amici, hanno salutato Leonardo Natali, il 17enne che mercoledì mattina si è spento all’Hospice di San Severino dopo aver lottato «come un leone» contro un male incurabile. L’ultimo saluto allo studente modello dell’istituto tecnico per geometri «Bramante» di Macerata è stato celebrato oggi alle 10 nella chiesa dei santi Martino e Marco da don Mauro Valentini, parroco di Mogliano, che solo cinque mesi fa aveva svolto i funerali di nonno Pietro Pizii, investito a fine gennaio. «Sei giunto a destinazione con lui, nella terra dei giusti», ha detto il sacerdote. Nonno e nipote saranno sepolti l’uno a fianco all’altro, nel cimitero di Mogliano. La professoressa d’inglese, Maria Colcerasa, che con lui aveva un rapporto speciale ha ringraziato la famiglia per avergli fatto conoscere un ragazzo come lui. Un lungo e commosso applauso ha accompagnato Leo nell’ultimo viaggio, insieme alla banda cittadina e a quella maglietta del Milan, autografata da Bonaventura, che il primo giugno l’aveva fatto ridere di gioia ancora una volta.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Fabriano - Venerdì sciopero di 8 ore e manifestazione a Varese Successivo Giornata del Laureato 2015, sarà premiata la sceneggiatrice Capecci