Ciao Grande Giorgio

Ciao Giorgio, sinceramente sono rimasto schioccato non ci volevo credere poi ho letto i “manifesti” e……

Sei stato sempre gentile e disponibile, una bravissima persona con quel tuo sorriso non si sapeva mai se ci prendevi in giro avevi sempre la battua pronta. Credevi sempre in ciò che facevi credevi nel lavoro e nella famiglia. Giungano le mie più sentite condoglianze alla tua famiglia, anche a tuo fratello Angelo con cui ho lavorato diversi anni.

Il Presidente del Comitato del Borgo

Cav. Andrea Poeta

_________________________________________________________________________________________

Fabriano: ictus fatale, imprenditore muore sul campo da calcio
Si è spento venerdì scorso sul campo di calcetto l’imprenditore fabrianese Giorgio Lucernoni, 56 anni (57 anni li avrebbe compiuti il 13 Agosto). I funerali si terranno oggi nella sua Fabriano, presso la Chiesa della Misericordia

Fabriano (Ancona), 29 luglio 2012 – Si accascia al suolo mentre gioca a calcetto con gli amici e non si rialza più a causa di un ictus. Giorgio Lucernoni, noto imprenditore che avrebbe compiuto 57 anni il prossimo 13 agosto, è morto attorno alle 22,30 di venerdì in una serata che avrebbe dovuto essere di sport e sano divertimento.

La partitella tra amici nell’impianto di Collepaganello era cominciata da pochi minuti, quando di colpo Lucernoni è caduto a terra da solo senza alcun contatto con gli altri giocatori. Subito tutti si sono fermati per cercare di soccorrere l’uomo che ha immediatamente perso conoscenza. Neanche il tempestivo arrivo del 118 è servito per rianimarlo, perché nonostante i ripetuti tentativi di riavviare il battito cardiaco, ormai la tragedia si era consumata nello spazio di pochissimi secondi.

Nulla lasciava presagire un simile dramma, anche perché l’uomo per diversi anni è stato uno degli atleti della locale Podistica Avis e proprio per questo motivo si sottoponeva costantemente a controlli di natura medica. La notizia si è rapidamente diffusa generando forte stupore in quanto Lucernoni è conosciuto proprio in ambito sportivo perché negli anni Novanta è stato a lungo presidente del Fabriano calcio e poi anche tra gli sponsor della Jesina calcio attraverso la sua azienda Marcheplast che guidava ormai da tantissimi anni. Proprio l’impresa cittadina — in passato con sede in via delle Fornaci e da qualche tempo nella zona industriale di Ca’ Maiano — è particolarmente conosciuta per la sua attività soprattutto di terzismo nella produzione di lavandini in plastica, tettini per le auto e attrezzature similari.

In moltissimi sin dalle prime ore della mattinata di ieri si sono stretti attorno ai familiari, in particolare la moglie che gestisce il noto negozio di calzature ‘Mirò’ di via Giuseppe Miliani, ovvero in pieno centro storico. Domani alle 11 il feretro sarà trasferito dalla camera mortuaria nei pressi dell’ospedale ‘Profili’ alla chiesa della Misericordia dove sarà officiata la funzione religiosa. La cerimonia funebre si concluderà poi con la tumulazione nel principale cimitero cittadino di Santa Maria.

Articolo di Alessandro di Marco RESTO DEL CARLINO

 

Precedente Emergenza idrica: Ordinanza del Sindaco n°81 del 25/07/2012 Successivo Comune di Fabriano - Orario mese di Agosto chiusura pomeridiana dal 6 al 25 -