Civita Center, ultimo atto: anche l’ultimo negozio verso il trasferimento

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Civitanova, 4 giugno 2015 – Le porte del Civita Center sono chiuse. All’interno del centro commerciale è rimasto al momento solo un negozio di abbigliamento, ma non vende più al pubblico (sembra imminente a questo punto anche il suo trasferimento). Così ieri mattina, passando intorno all’una di fronte alla galleria, un tempo a quell’ora affollata di clienti che approfittavano della pausa pranzo per lo shopping, i vari ingressi restavano bloccati. Anche il bar, attività che riusciva a generare gli ultimi significativi movimenti «vitali» della struttura, ha cessato di servire caffè e brioche, lasciando deserto il grande parcheggio.

A dicembre il Carlino era andato a raccontare la situazione, quando il Civita Center ospitava, nella parte dove un tempo c’era l’Iper, Radia & Elettro Expo, la fiera dell’elettronica. Allora erano cinque le attività rimaste aperte compreso il ristorante, ultimo spazio con la saracinesca alzata al secondo piano. Ma, come spiegarono diverse commesse, la sensazione era quella di stare «agli sgoccioli», «tanto che i franchising vogliono chiudere quanto prima», avevano osservato. E la situazione non è migliorata. Tutto è iniziato dopo lo spostamento, ad aprile 2014, dell’Iper al Cuore Adriatico. Un trasloco che di fatto ha dato inizio alle difficoltà. Così della ventina di negozi agli albori man mano si è arrivati ad oggi. Le porte resteranno chiuse? Al momento ci sono solo indiscrezioni su interessamenti ma non si sa molto di più.

Tante infatti le voci che si susseguono da mesi e mesi. Come quella nata sul finire del 2013, che dava l’interessamento di un gruppo cinese all’edificio. Un rumor che è nel tempo rimasto tale.

Michele Mastrangelo



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente Messo a chiedere l’elemosina a 13 anni, condannati i familiari Successivo Schianto fatale, straziante addio a Matteo: «Ciao guerriero»