Civitanovese, Mecomonaco: «Tre punti a Giulianova per puntare in alto»

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Civitanova Marche, 25 ottobre 2014 – «Continuiamo a ragionare partita dopo partita e a dare il massimo rispetto ad ogni avversario, ma sono sicuro che strappando il risultato pieno domani a Giulianova questa Civitanovese si candiderebbe seriamente ad arrivare molto in alto». Non si nasconde mister Antonio Mecomonaco che nella conferenza stampa dopo la rifinitura di questa mattina ha analizzato l’importante impegno di domani al “Rubens Fadini”.

«Abbiamo avuto un inizio di stagione difficile, con un calendario che, a differenza di quello di alcune nostre dirette concorrenti ai piani alti, non ci ha di certo agevolato il compito. Non è ancora tempo di guardare e pensare alla classifica – ha confidato l’allenatore abruzzese – ma adesso alcuni importanti scontri diretti saranno riservati anche ad alcune nostre contendenti, ed aspettiamo di vedere come ne usciranno fuori. Noi, dal canto nostro, nonostante tutto, ci siamo, a mio parere, ben comportati, rimanendo sempre uniti e compatti, ed ora possiamo dire di iniziare a goderne i frutti, grazie ad un grande lavoro mentale e ad una preparazione fisica che si sta avvicinando ai livelli migliori, per le quali ringrazio il mio staff tecnico che sin dall’inizio progetta questa stagione con me».

«Questo campionato si sta dimostrando, domenica dopo domenica, equilibratissimo ma ricco di sorprese. Ogni gara è, come deve essere, giustamente una storia a sé, con il proprio tasso di difficoltà, ma una cosa mi sento già di dirla – ha rivelato Mecomonaco – la vittoria di domenica contro l’Agnonese, dopo l’abbuffata di gol di Castelfidardo, è stata secondo me fondamentale, perché innanzi tutto abbiamo concesso molto poco ai nostri avversari, riuscendo finalmente a non subire nessuna rete, ed in secondo luogo ha permesso alla squadra di prendere coscienza del proprio valore. Stringendo i denti e sapendo soffrire, si è portato a casa il massimo della posta: queste sono le gare più difficili quando si punta ad arrivare in alto in un campionato. Infatti, il bel gioco, che tanto io amo e propongo, non sempre paga, ed a noi quest’anno già in più di una occasione era capitato di non raccogliere quanto meritato: in questo caso, invece, pur essendo meno spettacolari, siamo di certo stati più cinici e conquistato tre punti di un valore specifico altissimo».

«A Giulianova andiamo per vincere, questo è innegabile, ed anche se i giallorossi non hanno mai perso in casa… c’è sempre una prima volta! – ha concluso il suo intervento il Mister – Conosco bene il nuovo tecnico Francesco Giorgini, il quale non ha certo bisogno di presentazione e che secondo il mio parere ha portato in tutto l’ambiente giuliese, piazza calda ed intensa al pari di Civitanova, quella ventata di entusiasmo che fino ad ora è mancata vuoi anche per le varie vicissitudini societarie. Dispiace solo che ancora una volta non potranno esserci i nostri tifosi a darci sostegno ed a godersi e creare un grande spettacolo. Proprio per dare una gioia anche a loro, che sicuramente ci seguiranno con trasporto da casa, non lasceremo nulla di intentato come è giusto che sia. Domani sarà infatti una gara molto difficile, contro un avversario – probabilmente schierato con lo stesso 4-4-2 di domenica scorsa, forse solo con qualche cambio di interpreti, in base anche alle loro condizioni fisiche – che è molto abile nel punire anche il più piccolo errore, che dovremo cercare di non commettere. Adesso è dura per chiunque affrontare la Civitanovese: da parte nostra, sempre rimanendo con i piedi per terra, posso solo dire che stiamo molto bene e che, se domani dovessimo pervenire al successo, mantenendoci con continuità anche nella prossima partita casalinga, potremmo presto trovarci a commentare tutt’un altro tipo di classifica».

Di seguito l’elenco dei convocati: Amodeo, Aquino, Bensaja, Biagini, Cossu, Degano, Ferrini, Ficola, Foresi, Forgione, Gialloreto, Giovino, Macellari, Margarita, Massaccesi, Mengali, Mioni, Morbiducci, Pintori, Ruzzier, Silvestri, Terlino..



Precedente Assolto l'infermiere accusato di aver rubato le fedi in oro a un'aziana paziente Successivo Capparuccia, incendio nella ferramenta Punto Luce: evacuata la palazzina