Civitanovese, tre punti col minimo sforzo. Pintori stende l’Agnonese

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
Il Borghigiano Il Resto del Carlino

Civitanova, 19 ottobre 2014 – Basta un solo colpo alla Civitanovese per freddare l’Olympia Agnonese. Dopo un primo tempo un po’ al di sotto delle aspettative, all’alba della ripresa ci pensa Pintori a premere il grilletto del revolver rossoblù.

L’esterno sardo, su un tiro-cross di Degano scaturito da un fallo laterale battuto da Ferrini, è bravissimo nel cuore dell’area ad anticipare tutti di destro centrando così la preziosissima posta in palio.

Giunge così la seconda vittoria consecutiva, un pieno che permette al team di Mecomonaco di trovare finalmente la giusta continuità di risultati.

Per i padroni di casa solo qualche attimo di sofferenza a causa della mancata chiusura anticipata della contesa.

La porta rossoblù è rimasta inviolata dopo qualche gol di troppo subito nelle ultime uscite. A tal proposito, bravo l’estremo Silvestri a compiere un miracolo, in volo, sulla conclusione dalla distanza di Pettrone al 39’ della ripresa.

 

Il tabellino

Civitanovese–Olympia Agnonese 1-0

Civitanovese (4-2-3-1): Silvestri, Ficola, Mioni, Bensaja, Aquino, Cossu, Forgione, Ferrini (22’ st Massaccesi), Amodeo, Degano (44’ st Biagini), Pintori. A disposizione: Macellari, Giovino, Ruzzier, Morbiducci, Mengali, Foresi, Margarita. All. Antonio Mecomonaco.

Olympia Agnonese (4-4-2): Biasella, Rolli, Litterio, Di Lullo, Natalini, Maresca, Pagliuca (22’ st Carpentino), Ricamato, Saltarin (32’ st Perrotta), Pettrone, Gala (5’ st Faggiano). A disposizione: Vescio, Carosella, De Lio, Di Paolo, Lisi, Santoro. All. Giuseppe Donatelli.

Arbitro: Davide Meocci di Siena (Antonio Alessi, Gabriella Angelozzi di Teramo).

Rete: 4’ st Pintori.

Note – ammoniti: 12’ pt Natalini (gioco falloso), 36’ pt Di Lullo (gioco falloso), 26’ st Bensaja (gioco falloso), 39’ st Pettrone (simulazione), 48’ st Silvestri (perdita di tempo). Corner 10-2; recupero 1’+5’.



Precedente Fano, primo colpo in trasferta. Soffre ma vince a Termoli Successivo Schianto con la moto ​Grave un centauro