Classica, il 30 giugno parte la prima edizione di Music in Notes

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Pesaro, 12 giugno 2015- Dal 30 giugno al 4 agosto si svolge a Pesaro la prima edizione di MU.N – Music in Notes in Pesaro, rassegna di musica classica promossa dal Comune di Pesaro in collaborazione con Amat e con il sostegno di Alexander Museum Palace Hotel. Il programma si compone di sei appuntamenti con musiche che attraversano un arco temporale dal Settecento ai nostri giorni, con cadenza settimanale nella suggestiva cornice della Chiesa dell’Annunziata.

“L’idea di MU.N – afferma Eugenio Della Chiara, curatore artistico della rassegna – nasce dal desiderio di offrire alla città una proposta musicale di livello che possa rappresentare un punto di incontro tra musicisti pesaresi attivi su scala nazionale e grandi artisti che ho avuto modo di conoscere in questi anni di vita milanese. La filosofia di MU.N è credere che, in ogni espressione artistica, possa manifestarsi un luogo di incontro tra soggetti improvvisamente uniti in un’esperienza estetica e per questo i suoi destinatari ideali sono tutti: di fronte a una sonata di Bach, a un’opera di Rossini o a un balletto di Stravinskij tutti sono in un certo senso uguali. MU.N è uno spazio in cui si possa vivere la musica come un incontro con dei compositori.”

Le note della Suite BWV 1007 di Johann Sebastian Bach aprono il programma, martedì 30 giugno, del concerto di Aya Shimura, violoncellista dell’ensemble Sentieri Selvaggi, completato da Angelus – brano composto da Carlo Boccadoro per Giovanni Sollima – e da un altro lavoro bachiano, la Suite BWV 1009.

Piercarlo Sacco, violinista di Sentieri Selvaggi, propone martedì 7 luglio un programma ricco di virtuosismi. La Partita BWV 1004 – capolavoro violinistico di Bach – è affrontata con uno strumento del primo Settecento; a seguire, Red violin caprices del newyorchese Premio Oscar John Corigliano e le Variazioni su “Nel cor più non mi sento” di Niccolò Paganini.

Dedicato ai bambini è il concerto di Paolo Marzocchi, martedì 14 luglio, che recita e interpreta musiche ispirate alle tradizioni popolari, dalle Danze rumene alle Dieci melodie ungheresi di Bartók, fino alle Five albanian folksongs composte dallo stesso interprete. A completare il programma le Cinque melodie popolari ungheresi e la Seconda rapsodia ungherese di Franz Liszt.

Il recital di Eugenio Della Chiara in programma martedì 21 luglio si configura come un omaggio al mondo del belcanto attraverso le sei corde della chitarra: prima dedicato a Mozart, con le Sei arie dal Flauto Magico seguite dalla Fuga su due soggetti mozartiani di Marco Reghezza. Poi, dopo un intermezzo di Paganini, Grande sonata per chitarra sola , è Rossini a prendere la scena con la Cavatina di Semiramide, Bel raggio lusinghier; a chiudere la Soirée Rossinienne, omaggio di Roberto Tagliamacco al compositore pesarese.

Luisa Prandina offre martedì 28 luglio un recital di arpa sola. Variegato è il programma proposto inaugurato da musiche di Bach e Paradisi con anche due trascrizioni da Debussy e altrettante da Albéniz. Ultimo brano del concerto è un tema con variazioni di Carlos Salzedo compositore e direttore d’orchestra della prima metà del Novecento.

A chiudere la prima edizione di MU.N è un concerto cameristico – martedì 4 agosto – con protagonisti Eugenio Della Chiara, Piercarlo Sacco e Aya Shimura. In apertura una trascrizione della Sonata in mi minore K 304 di Mozart. Poi la prima esecuzione di Quattro stasimi per Andromeda, articolato brano di Carlo Galante, commissionato per l’occasione. In chiusura, il Terzetto in re maggiore op. 66 di Niccolò Paganini.

Per informazioni: biglietteria del Teatro Rossini 0721 387621, AMAT 071 2072439, www.teatridipesaro.it, www.amatmarche.net.



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Le quadrelle 

Precedente NCD Fabriano - Interpellanza sulla manutenzione del fontanile sito in loc. Avenale Successivo Dichiarato lo stato d'emergenza per le Marche per il maltempo di marzo