Clienti sbagliano campanello e fanno scoprire la casa squillo

IL BORGHIGIANO FABRIANO

tmp_1001-20150114_squillo470620226

CASTELRAIMONDO Cercavano prostitute ma non di rado sbagliavano suonando ai vicini di casa. Questi, esasperati dai clienti distratti, avevano quindi chiamato il 112 facendo scoprire la casa squillo. È stato così che i carabinieri di Castelraimondo sono arrivati all’appartamento dove due dominicane si prostituivano regolarmente. Cinquanta euro a prestazione e Giovanna e Carolin, così figuravano sui siti e sui giornalini di annunci, allietavano le ore dei clienti. A sfruttare la loro attività di prostitute sono risultate essere due connazionali dominicane di 29 e 30 anni. La prima, conosciuta con il nome d’arte Mayalin è irreperibile, la seconda, invece, oggi è stata rinviata a giudizio dal Gup Enrico Zampetti. Entrambe le dominicane sono difese dagli avvocati Davide Parlatano e Giuseppe Marini. I fatti contestati risalgono al periodo compreso tra novembre del 2012 e marzo del 2013.

Fonte IL CORRIERE ADRIATICO CASTELRAIMONDO 

Precedente Due nomination per Rof a Opera Award Successivo Fabriano - Indesit, escono di scena 20 dirigenti. Sindacati "Niente sarà più come prima"