Clochard anche di giorno in ospedale

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –

IL BORGHIGIANO 20142015

Ancona, 2 febbraio 2016 – Non è più una novità trovare gruppi di clochard che dormono all’interno dell’ospedale. ‘Buttati’ sulle sedie, con ai piedi i borsoni contenenti ogni cosa, gli ‘ultimi’ sono stati avvistati e fotografati domenica all’ingresso dell’accettazione radiologica dell’ospedale regionale di Torrette, ma il fenomeno continua a ripetersi. Un fenomeno appunto che si ripete di continuo quando, la sera, in diversi entrano ‘appropriandosi’ di più piani, cercando di sparpagliarsi per dar meno all’occhio.

Qui, trascorrono la notte sulle panchine o sui davanzali delle finestre che, essendo lunghi e larghi, permettono di potersi distendere. Non è però nemmeno mancato chi si è disteso sul corridoio coprendosi poi con una coperta trasformando il pavimento in un letto. A volte ubriachi, sono stati numerosi gli interventi degli agenti della questura dorica per tentare di arginare un fenomeno diventato ormai una consuetudine con il trascorrere degli anni. Diverse le chiamate pervenute al 113 ma tanti anche i pattugliamenti di zona che hanno dato sempre esito positivo. L’ospedale, da luogo di cura e di degenza, si è così dunque trasformato anche in una sorta di dormitorio che spesso si è trovato ad accogliere persone con precedenti penali per furto, molte delle quali allontanate anche perché irregolari sul territorio.

Clochard che spesso poi non accettano di dormire in quegli alloggi, come la Tenda di Abramo, creati per ospitarli. Al mattino quindi, è facile che i malati o coloro che devono sottoporsi ad esami, si incontrino con alcuni clochard che ancora non si sono svegliati trovando anche rimasugli di cibo e bivacchi notturni tra i corridoi e le varie sedie poste nelle sale di attesa. Una situazione che frequentemente si ripete anche all’esterno del nosocomio che man mano sembra quasi stia per trasformarsi in una bidonville.

A ciò poi si aggiungono alcuni parcheggiatori abusivi e gente che si dà all’accattonaggio. Andare all’ospedale, oltre che a non essere un qualcosa di piacevole, diventa dunque una sorta di salto ad ostacoli. Accade infatti anche che quando qualche clochard si sveglia e incrocia un paziente, gli chieda dei soldi per prendere il caffè dal distributore. Scene che non dovrebbero appartenere ad un ospedale e che mettono in difficoltà chi va per un ricovero od un esame, soprattutto se si è anziani. Una vigilanza interna assente o comunque con delle falle non fa poi altro che normalizzare con il passar del tempo la situazione.

Leggi la notizia integrale su:

LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente Perde il controllo del camion e va contro una casa Successivo IL METEO DI OGGI A FABRIANO E NELLE MARCHE -by il Borghigiano-