Colpo al Baretto, ladri in fuga

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
FONTE IL RESTO DEL CARLINO

Civitanova Marche, 13 novembre 2014 - Scardinata la porta di un bar in piena notte, il baccano butta giù dal letto i residenti, ma i ladri riescono a scappare con il bottino trafugano da una slot machine dopo aver messo fuori uso il sistema di allarme. È successo l’altra notte, alle 4.30, nel ‘Baretto’ di corso Garibaldi, a ridosso dell’incrocio con via Zavatti. Il rumore provocato dal tentativo di far cedere la porta di ingresso del locale è stato udito da alcuni residenti che vivono a ridosso del bar e che si sono svegliati. Sono andati ad affacciarsi alle finestre per capire che cosa stesse accadendo e sono riusciti anche a vedere due uomini allontanarsi prima dell’arrivo della volante del commissariato. Gli agenti non hanno potuto fare altro che constatare il furto appena consumato. I ladri hanno forzato la serratura della porta di ingresso, una volta dentro hanno rotto il sistema di allarme e staccato i collegamenti telefonici e poi si sono dedicati alla slot machine che hanno aperto razziando tutto il contenuto contante, circa 2.500 euro. Dal registratore di cassa hanno invece portato via 100 euro.

Sul posto ha effettuato rilievi la squadra della polizia scientifica nel tentativo di rilevare tracce ed elementi utili alle indagini. Non è la prima volta che il ‘Baretto’ viene visitato dai ladri. Sempre qui, pochi mesi fa, lo scorso maggio, è stato messo a segno un altro colpo, un furto con spaccata. I ladri frantumarono la vetrata della porta di ingresso con una grossa pietra e riuscirono a rubare 500 euro dalle slot. Un altro furto è stato invece denunciato l’altro pomeriggio alla polizia dai titolari del punto vendita ‘Acqua e sapone’ di corso Vittorio Emanuele. La volante del commissariato è intervenuta nel negozio dove una donna di 55 anni aveva appena rubato dagli scaffali alcuni profumi e deodoranti. Merce per un valore di circa 80 euro. Nel tentativo si svignarsela senza pagare, la donna non ha fatto i conti con il sistema antitaccheggio installato all’uscita e che ha fatto scattare l’allarme. Quindi il controllo nella borsa da cui sono spuntati gli articoli che aveva imboscato. La donna è stata denunciata.

 



 

Precedente FABRIANO - Alianello: case in degrado gli inquilini hanno ragione Successivo Il marchio Parima torna a vivere