Coltellate al pizzaiolo: il marocchino patteggia dieci mesi per resistenza

IL BORGHIGIANO
Fonte Il Resto del Carlino –
IL BORGHIGIANO 20142015

Porto San Giorgio, 24 febbraio 2015 – Dovrà scontare dieci mesi di reclusione Mansour Raji, il marocchino di 36 anni che con la complicità di un connazionale aveva aggredito nella notte tra sabato e domenica di due settimane fa il titolare della pizzeria Ramo Kebab e il suo collaboratore.

Il giudice del tribunale di Fermo ha accolto la richiesta di patteggiamento della pena richiesta dai due legali d’ufficio – gli avvocati Nazzareno Sbattella e Daniele Cardinali – per la resistenza a pubblico ufficiale consumatasi durante la cattura dell’extracomunitario. Si procede intanto parallelamente per le accuse legate agli accoltellamenti dei due piazzaioli. Spetterà ora alla Procura formulare i capi d’imputazione e non è escluso che tra questi possa esserci anche il tentato omicidio, oltre alle lesioni volontarie aggravate. Intanto la polizia di Fermo, dopo aver raccolto le testimonianze delle persone presenti durante il fatto di sangue, ha ricostruito la dinamica dell’episodio. Era da poco passata la mezzanotte quando i due marocchini Raji e H.Z. di 30 anni (soltanto denunciato per aver avuto un ruolo minore) avevano iniziato ad infastidire alcuni avventori. Il collaboratore del titolare del locale, accortosi che i due extracomunitari avevano esagerato con gli alcolici, aveva cercato di richiamarli all’ordine. La reazione dei nordafricani, in particolare di Raji, era stata veemente: aveva tirato fuori il coltello, si era scagliato contro il giovane e lo aveva ferito alla spalla. L’intervento del titolare del locale aveva evitato il peggio, ma i due marocchini se l’erano presa con lui, pestandolo e colpendolo con un fendente alla coscia. I due erano poi fuggiti per le vie di Porto San Giorgio. Sul posto erano intervenuti gli uomini della squadra volante del commissariato di Fermo, che avevano avviato la caccia all’uomo. I due marocchini erano stati quindi avvistati nei pressi della strada che conduce all’ospedale. Dopo una rocambolesca fuga a piedi, i due erano stati catturati. Nel frattempo nella pizzeria, allertati da un avventore, erano intervenuti i sanitari della Croce Azzurra e del 118.

Fabio Castori



LEGGI LE NEWS DE IL RESTO DEL CARLINO

Precedente L'auto si sfrena e va a fondo in porto Sommozzatori all'opera al Mandracchio Successivo Discarica abusiva, a Montalto il cimitero delle auto: denunciato imprenditore